Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, chiesto il processo per dirigenti Raffineria
Sono accusati di abbandono dei rifiuti nei fondali

La richiesta di invio a giudizio è stata formulata dalla Procura guidata da Fernando Asaro. Al centro dell'inchiesta, che vede cinque indagati, ci sono le videoregistrazioni effettuate dal Nucleo operatori subacquei della Capitaneria di porto. Ripresi pezzi di impalcature, tratti di vecchie tubazioni dismesse e fusti metallici

Redazione

Inquinamento ambientale e gestione illegale di rifiuti. Sono le accuse rivolte dalla Procura di Gela, guidata da Fernando Asaro, nei confronti di cinque dirigenti di Raffineria di Gela spa. I magistrati hanno chiesto ufficialmente che i cinque indagati - tra amministratori delegati e responsabili del settore Soi - vengano processati. A indagare è stata la polizia giudiziaria della Guardia costiera e il Nucleo operatori subacquei del Corpo delle capitanerie di porto.

Nell'inchiesta sono finite anche videoregistrazioni subacquee da cui sarebbe emerso un deposito incontrollato di rifiuti solidi anche pericolosi, nei fondali vicini al pontile principale del porto-isola gestito da Eni. Tra i rifiuti ripresi ci sono ponteggi abbandonati pezzi di impalcature, tratti di vecchie tubazioni dismesse e fusti metallici contenenti il cui contenuto ancora non si è capito quale sia.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×