Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Siracusa, fermata corsa clandestina di cavalli
Sulla provinciale e in pieno giorno, due arresti

La polizia ha bloccato una gara che si stava svolgendo sulla strada tra Siracusa e Canicattini Bagni. Centinaia i partecipanti con auto e scooter. Uno degli animali, noto come Pistonesi, è stato sequestrato mentre il fantino e il proprietario sono finiti ai domiciliari

Redazione

Una corsa clandestina di cavalli in pieno giorno, intorno alle 14, sulla strada provinciale che da Siracusa porta verso Canicattini Bagni. La polizia ha fermato la gara a cui partecipavano due calessi e centinaia di spettatori. Due uomini, un fantino e il proprietario di un cavallo, sono stati arrestati.

Nel primo pomeriggio di sabato una pattuglia della squadra mobile in ordinario servizio, passando lungo la provinciale 14, si è imbattuta nella corsa, nel tratto compreso tra contrada Damma e il bivio Cavadonna. I due cavalli erano lanciati, imbrigliati nei calessi, seguiti dal solito folto gruppo di motorini e auto a clacson spiegati. La competizione si è svolta su una strada secondaria ma comunque trafficata, considerando anche l'orario.

Vista la situazione di pericolo per gli altri automobilisti in transito, gli agenti hanno immediatamente intimato l'alt, innescando la fuga di molti partecipanti. Gli agenti sono riusciti a fermare il fantino Sebastiano Cannata, 47enne incensurato, e Massimo Montalto, 44enne con precedenti per reati contro il patrimonio e per stupefacenti, proprietario di uno dei due animali, entrambi siracusani. I due sono stati arrestati e posti ai domiciliari. Montalto fu coinvolto in passato in un'operazione antidroga, denominata Tintoretto per la via in cui avveniva lo spaccio, ma il reato è stato prescritto nel 2014. 

Il cavallo fermato - l'altro è riuscito a fuggire guidato dal fantino - è noto come Pistonesi ed è stato sottoposto a sequestro. La polizia ha anche effettuato controlli nella stalla di uno degli arrestati. Cannata e Montalto devono rispondere di attentato alla sicurezza, maltrattamento di animali, violazione del divieto di combattimenti tra animali. Due spettatori sono stati denunciati a piede libero. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×