Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Barcellona, ripresi due evasi dal carcere
Trovati in autostrada, uno tenta la fuga

Sono due stranieri i detenuti riusciti a eludere la sorveglianza della casa circondariale e scappare. Ma la loro fuga è durata poche ore. Sono stati intercettati ieri sera dai carabinieri e dalla polizia stradale. «Sono gravi due evasioni, e cinque detenuti scappati in poche ore», denuncia il sindacato Sappe facendo riferimento a Favignana

Simona Arena

È durata poco più di un’ora la loro fuga dal carcere di Barcellona. Ieri due detenuti sono riusciti a eludere la sorveglianza della casa circondariale di via Madia e fuggire. Dopo aver scavalcato la rete metallica ed il muro di recinzione alti oltre tre metri, approfittando del momento d’aria concessogli all’interno della struttura carceraria, i due detenuti sono evasi.

Immediato l’allarme diramato a polizia di Stato e carabinieri. Intorno alle 20, i poliziotti del polstrada di Barcellona hanno individuato ed arrestato uno dei due evasi. Si tratta di Mohamed Micri, tunisino di 29 anni, con precedenti per furto, rapina, lesioni personali, ricettazione, minaccia. Si trovava al carcere della città del Longano dallo scorso 22 settembre, dove scontava una pena di tre anni inflittagli dal tribunale di Messina. Il 29enne è stato individuato dai poliziotti sulla A20, in prossimità dei caselli di Barcellona. Alla vista degli agenti ha tentato la fuga nella campagna sottostante la corsia autostradale, ma è stato raggiunto e bloccato. 

Quasi nello stesso momento i carabinieri intercettavano e catturavano l’altro evaso, H.M., 20 anni del Ghana che era detenuto per rapina e furto aggravato. È stato trovato all’interno di una piazzola di sosta dell’autostrada A20. Il 20enne non ha opposto alcuna resistenza ed è stato nuovamente portato al carcere di Barcellona come disposto dal sostituto procuratore Matteo De Micheli.

Lo scorso luglio, tre detenuti italiani erano già riusciti a evadere dal carcere di Barcellona per poi essere riacciuffati dopo due giorni di ricerche. «Sono gravi due evasioni, e cinque detenuti scappati in poche ore, tre a Favignana e due a Barcellona Pozzo di Gotto», evidenzia Donato Capece, segretario generale del Sappe. «I nostri allarmi sono stati completamente disattesi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Elezioni comunali 2018 in Sicilia

Il 10 giugno 2018 si è votato in 132 Comuni in tutta l'Isola per eleggere nuovi sindaci e consigli comunali. Il percorso di avvicinamento e il nuovo volto delle amministrazioni. Speciali amministrative 2018

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×