Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Regionali, il caso del candidato del M5s Li Destri
I presunti contatti col cugino arrestato per mafia

Il candidato Giacomo Li Destri viene citato nell'operazione Black Cat come vittima di un'estorsione. Il suo omonimo cugino invece è tra gli indagati, considerato referente di Cosa Nostra a Caltavuturo. Secondo gli inquirenti, però, si sarebbero incontrati per una messa a posto su un appalto che si era aggiudicato l'imprenditore

Salvo Catalano

Foto di: Giacomo Li Destri

Foto di: Giacomo Li Destri

Di Giacomo Li Destri a Caltavuturo ce ne sono due, omonimi, cugini di primo grado, i rispettivi padri erano fratelli e per lungo tempo hanno condiviso la stessa impresa edile. Le strade dei due cugini, a un certo punto, hanno preso direzioni diverse: uno, che ha continuato l'attività di costruzioni del padre, si è avvicinato al Movimento 5 stelle, il suo nome è finito sulle pagine dei giornali in quanto titolare della ditta che realizzò la famosa trazzera che, per un po' di tempo, ha sopperito alla chiusura dell'autostrada Palermo-Catania, e oggi è candidato nella lista pentastellata di Palermo per un seggio all'Assemblea regionale. L'altro ha preso brutti giri, è stato arrestato nel maggio del 2016 nell'ambito dell'operazione antimafia Black Cat, perché ritenuto referente di Cosa Nostra a Caltavuturo, per conto della famiglia di Trabia. Per lui, lo scorso luglio, la Procura di Palermo, ha chiesto 14 anni di carcere. È stato Il Giornale a sollevare il caso della stretta parentela tra i due cugini, rinfacciando a Giancarlo Cancelleri la presenza di un impresentabile anche nelle sue liste. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.