Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Le difficoltà dei candidati ad affrontare le piazze
Strategia dei piccoli eventi vs bagni di folla M5s

Fa discutere il successo del comizio di Grillo, sabato a Catania. «Gli è servito per dare la percezione di essere all'ultimo sforzo», analizzano tra i dem. Eppure, anche nel 2012 i grillini fecero sold out, ma non bastò. Secondo Sampugnaro, docente a Unict, «incontrare piccoli segmenti omogenei di elettorato» può premiare

Salvo Catalano

La sera del 24 ottobre di cinque anni fa piazza Università, a Catania, era piena. Lo era anche il 31 gennaio del 2013, nonostante il freddo. Sabato scorso Beppe Grillo si è ripetuto per la terza volta. Il comico genovese è di casa nella piazza per eccellenza della politica etnea, lì dove, durante la Prima Repubblica, tenevano comizi De Gasperi e Togliatti, Almirante e Berlinguer. Il leader del Movimento 5 stelle è l'unico, negli ultimi anni, a salire su quel palco, ottenendo sempre il sold out. Eppure nei due precedenti citati, le Regionali del 2012 e le Politiche dell'anno dopo, i bagni di folla non sono bastati a vincere. È quanto ricorda, ad esempio, il catanese Ruggero Razza, uno dei fedelissimi di Nello Musumeci. «Veniamo da una storia che riconosce il valore della piazza - scrive, postando la foto del comizio di Grillo del 2012 - ma di sola piazza non si vince. Un ricordo (dimenticato dai giornalisti locali)? Ecco la piazza di cinque anni fa... e la valanga si fermò al 15 per cento. Noi parliamo alla maggioranza silenziosa e con la forza di una coalizione coesa, aspettiamo il prossimo lunedì».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×