Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Regionali, gli appelli agli elettori dei propri avversari
Tra richiami al voto utile, tatticismi e presunte insidie

Accantonate, almeno in apparenza, le dispute interne alle coalizioni, nell'ultima settimana sono stati in molti a rivolgersi ai siciliani chiedendo loro di essere votati, ancor prima che per la bontà del proprio programma, per evitare di fare vincere un altro. Ma prevedere gli effetti del voto disgiunto non è così semplice

Simone Olivelli

Foto di: Davidaola su Flickr

Foto di: Davidaola su Flickr

Tra voto utilemale minore. La campagna elettorale per le Regionali entra nel vivo portandosi dietro le contraddizioni che hanno caratterizzato fin qui il percorso di avvicinamento al 5 novembre. Messi da parte, almeno per il momento, i contrasti interni alle coalizioni - dalla questione impresentabili di Musumeci ai conflitti nelle liste a sostegno di Micari, passando per i mugugni più sotterranei dentro il M5s e la sinistra attorno alle figure di Cancelleri e Fava - gli ultimi giorni hanno registrato un'impennata degli appelli a quelli che, almeno sulla carta, si considera elettori altrui. Perché in un'era in cui l'aritmetica e la volubilità degli accordi hanno preso il sopravvento sulle ideologie, diventa difficile anche ragionare sul senso di appartenenza di chi le preferenze è chiamato a esprimerle. A eccezione, chiaramente, degli astensionisti che - stando ai sondaggi - saranno destinati a vincere anche questa volta. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×