Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Listino centrodestra, l'ira di Armao contro Musumeci
«Privilegiati i saltafossi che sono stati con Crocetta»

Il vicepresidente designato attacca il suo candidato governatore: «La scelta di escludermi dal listino è sua, sua è la responsabilità politica, giuridica e istituzionale. Non ci si può lamentare che più del 50 per cento dei siciliani diserti le urne disgustato». Parole dure a cui però non segue il ritiro della candidatura

Miriam Di Peri

«La scelta di escludermi dal listino è di Musumeci, sua è la responsabilità politica, giuridica e istituzionale. Il resto, se siano stati i partiti o chissà cosa a incidere e non lo so, è alchimia». Gaetano Armao non l’ha presa beneL’esclusione del suo nome dal listino regionale di Musumeci è stata terreno di scontro per settimane, la conferma giunta soltanto ieri è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. O quasi.

La rabbia, infatti, non comporta un ritiro di candidatura, al momento c’è solo un mal di pancia a mezzo stampa. In ogni caso Armao difende la presenza di Micciché nel listino regionale: «Ha un ruolo guida in Forza Italia - sottolinea - non vedo perché non dovesse stare nel listino». Il punto, insomma, sono gli altri nomi. «In questo listino - è il j’accuse di Armao - troviamo saltafossi che hanno votato e sostenuto il governo di Rosario Crocetta per cinque anni e poi pochi giorni prima delle elezioni cambiano idea. Questi sono i comportamenti che allontanano le persone dalla politica».

Il riferimento (e la rabbia) sembrano indirizzati a Mimmo Turano, fino a qualche mese fa capogruppo dei Centristi di Gianpiero D’Alia, poi transitato all’Udc di Lorenzo Cesa: «Chi ha militato in liste di sinistra, o ha sostenuto questo governo - aggiunge - non può mettersi in prima linea, nella lista del candidato presidente». «Solo gli stolti - evidenzia ancora il vicepresidente designato da Musumeci - non cambiano idea ed è più che legittimo che parlamentari concorrano nella coalizione opposta alle elezioni successive ad un disastro come quello del governo uscente. Altra cosa è che questi vengano indicati agli elettori nella lista del presidente. C’è un supplemento di etica politica, di rigore appunto, da rispettare senza la quale non ci si può lamentare che più del 50 per cento dei siciliani diserti le urne disgustato, meglio indignato da quella che sembra un'opera dei pupi».

Dal canto suo, Micciché non manca di sottolineare la sua vicinanza ad Armao (e mandare dunque una frecciatina a Musumeci): «Ringrazio il professor Gaetano Armao per il suo senso di responsabilità. Il mio augurio è che la coalizione di centrodestra, Musumeci in testa, possa lavorare compatta e unita in questo ultimo mese di campagna elettorale, senza che cattivi consiglieri provochino ulteriori deragliamenti».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×