Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Totò Cuffaro e la lista Concorso esterno per Sgarbi
«Consiglierò di votare per lui ma non faccio politica»

L'ex presidente della Regione risponde all'ammiccamento del critico d'arte che questa mattina ha ammesso di immaginare una lista da lui coordinata. E ammette di avere sperato in una candidatura autonoma di Lagalla, che poi ha scelto di sostenere Musumeci. «Ma l'amicizia rimane», assicura

Redazione

Sostegno sì, ma da semplice cittadino. Per la lista Concorso esterno immaginata da Vittorio Sgarbi - qualora l'ex presidente della Regione, Totò Cuffarodecidesse di tornare a fare politica attiva - sembra non esserci futuro. A smentire la possibilità di impegnarsi direttamente nel reclutamento dei candidati a sostegno della candidatura del critico d'arte è lo stesso Cuffaro. «Leggo ipotesi fantasiose da parte del mio amico Sgarbi a cui va la mia simpatia e il mio sostegno morale per le sue tante iniziative», scrive l'ex governatore. Aggiungendo però che «non faccio politica né organizzo liste».

Sgarbi, dunque, dovrà accontentarsi delle dritte che Cuffaro potrà dare ai propri amici e a chi tutt'ora lo vede come punto di riferimento. «Consiglierò il voto disgiunto: Sgarbi presidente e lista Cantiere popolare», spiega. Per poi ricordare di «essere impossibilitato a votare», con l'impedimento che deriva dalla condanna che il politico di Raffadali ha scontato per il reato di favoreggiamento aggravato alla mafia

Nel propio messaggio, Cuffaro ribadisce di essere un uomo di centro che si riconosce nel popolarismo liberale e ammette di avere sperato in una candidatura di centro in alternativa a quella di Nello Musumeci. «Speravo (il governo regionale, ndr) potesse essere guidato dal professore Lagalla e sostenuto dal mio amico di sempre Saverio Romano ma così non è stato. Godranno comunque sempre del mio affetto, del mio sostegno e della mia amicizia», conclude l'ex presidente, dopo che sia Romano che l'ex rettore di Palermo hanno ufficializzato il proprio ingresso nel centrodestra. 

Nel pomeriggio, Sgarbi ha smentito qualsiasi accostamento tra l'ipotetica lista Concorso esterno e la figura di Cuffaro. «Avere accostato una mia provocazione sulla proposta di una provocatoria lista Concorso esterno a grandi idee liberali e democratiche alla vicenda di Cuffaro oltre a essere una interpretazione falsa, è una vigliacca intimidazione mafiosa - afferma il candidato alla presidenza della Regione -. Come era evidente ai presenti, non vi era alcun riferimento alle vicende politiche e giudiziarie di Cuffaro. Era solo una battuta, un gioco di parole e non comprendo perché sia stata collegata a Cuffaro». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews