Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Alfano sogna in grande: «Le Olimpiadi in Sicilia»
Ma alle Regionali non sa ancora con chi allearsi

Il ministro degli Esteri ha parlato durante il meeting di Comunione e liberazione. «Abbiamo alcuni obiettivi molto forti che stiamo facendo studiare tecnicamente», dichiara. Nel programma che Alternativa popolare vorrà proporre anche una zona franca fiscale per l'Isola. Frecciate, intanto, a Matteo Salvini e Giorgia Meloni

Redazione

Angelino Alfano pensa al futuro. Non a quello dietro l'angolo, con le elezioni regionali in programma tra poco più di due mesi e che vedono il partito del ministro degli Esteri ancora indeciso sulla coalizione da abbracciare, ma a uno molto più lontano. Per il leader di Alternativa popolare, la manifestazione potrebbe benissimo essere organizzata in Sicilia

«Abbiamo alcuni obiettivi molto forti che stiamo facendo studiare tecnicamente e vorremmo presentare nei prossimi giorni», ha detto il politico agrigentino nel corso del meeting di Comunicazione e liberazione in corso di svolgimento a Rimini. Il riferimento è al programma che Alternativa popolare sta preparando in vista delle elezioni regionali. Tornata in cui Ap non ha ancora deciso a chi affiancarsi: se con il centrodestra, nel quale però da molti è visto come una presenza inaffidabile dopo gli ultimi anni accanto al Partito democratico, o nel centrosinistra dove se il Pd vorrebbe proseguire il percorso insieme c'è invece chi ritiene imprescindibile una presa di distanza dalle formazioni che hanno sostenuto i governi Crocetta se si vuole davvero creare una proposta di discontinuità. 

Tutte valutazioni che però a sentire Alfano vengono dopo il lavoro interno al partito. In tal senso, il programma di Ap punta in grande. «Una candidatura per ospitare le Olimpiadi e una zona franca fiscale», ha aggiunto il numero uno della Farnesina. In riferimento alle mosse degli altri partiti del centrodestra, Alfano ha sottolineato come in Sicilia «sembra emergere sempre più una prevalenza dei veti più che dei voti di Salvini e Meloni». Fatto questo che rende le trattative particolarmente complicate in quanto l'Isola «è una classica terra di moderati».

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews