Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Regionali, gli indipendentisti con La Rosa candidato 
Tra defiscalizzazione benzina e redditi di sostegno

«Ci rivolgiamo al partito dell'astensione». L'avvocato penalista e memoria storica del movimento siciliano lancia la sua corsa alle elezioni del 5 novembre con i I Siciliani Liberi. Per il fondatore e docente di Economia Massimo Costa, «c'è bisogno di un processo di emancipazione dal colonialismo dello Stato italiano»

Andrea Turco

Ci riprovano, questa volta alla Regione. Con la convinzione che il risultato delle  elezioni amministrative di Palermo, seppur esiguo nei numeri (le preferenze nel capoluogo siciliano si sono attestate all'1,76 per cento), ha conferito ai Siciliani Liberi - il movimento indipendentista fondato da Massimo Costa, docente di Economia Aziendale all'Università di Palermo - l'esperienza necessaria per concorrere alla tornata elettorale di novembre dove vale la vittoria al primo turno. A proporsi per la presidenza della Regione sarà l'avvocato penalista Roberto La Rosa, che questa mattina ha ufficializzato la propria candidatura con una conferenza stampa, mentre centrodestra e centrosinistra annaspano a tre mesi dal voto. Il primo attacco di La Rosa, che è anche giornalista pubblicista e componente del Consiglio di disciplina dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, è nei confronti dell'attuale presidente Rosario Crocetta: «Appare inaccettabile che l'attuale governatore coloniale usi come motto La Sicilia ai Siciliani, titolo del manifesto indipendentista di Antonio Canepa, comandante dell'Evis degli anni '40. Quel motto - ha concluso - è patrimonio inalienabile degli indipendentisti ed è un oltraggio che venga usato proprio da chi ha regalato allo Stato prerogative e risorse».

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×