Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Messina, chiuse le indagini sul figlio dell'ex rettore
Accuse di truffa e plagio per aver copiato al concorso

La Procura di Messina contesta a Dario Tomasello di aver copiato dal suo maestro, Giuseppe Amoroso, nel concorso per professore ordinario di Letteratura italiana che si è aggiudicato. A sollevare il caso è stato il collega Giuseppe Fontanelli, mentre l'attuale rettore Navarra si è rivolto alla magistratura

Simona Arena

Foto di: Crimea-Sicilia

Foto di: Crimea-Sicilia

Deve rispondere di truffa, violazione del diritto d’autore e plagio Dario Tomasello, figlio dell'ex rettore dell'università di Messina. È finito al centro di un'inchiesta della procura peloritana, a cui si è rivolto l'attuale rettore Pietro Navara

Tomasello è accusato di aver copiato interi paragrafi scritti da Giuseppe Amoroso, suo maestro, ex docente e critico letterario, al fine di partecipare a un concorso nazionale d’abilitazione universitaria. Concorso che vinse, ottenendo l’abilitazione a professore ordinario nel settore Letteratura italiana contemporanea.

La sostituta procuratrice Federica Rende ha adesso chiuso l'indagine contestando i tre reati al docente dell’ateneo messinese, che al momento è stato sospeso. Tre le parti offese, a cominciare ovviamente dal professor Amoroso, ci sono il Miur, il ministero dell’Istruzione dell’università e della ricerca scientifica, e il professor Giuseppe Fontanelli, che partecipò al concorso vinto da Tomasello, non riuscendo a passarlo e quindi subendo un grave danno. 

E proprio grazie al lavoro di confronto di Fontanelli tra i testi di Amoroso e quelli di Tomasello - 12 i volumi incriminati pubblicati tra il 1998 e il 2013 - che sono emersi i casi di plagio, come lo stesso professore ha raccontato a Meridionews. Sempre lui nel febbraio del 2014 inviò al rettore Navarra una denuncia che il magnifico trasmise al Miur e alla magistratura. 

Diversi i passaggi che hanno preceduto l'intervento della Procura: nel 2015 il ministero riconvoca la commissione che aveva concesso l’abilitazione e che decude all’unanimità di non potere né di dover rivedere il proprio giudizio sul candidato, perché ormai decaduta. A febbraio del 2016 il Miur nomina una nuova commissione tecnico-scientifica, presieduta da Tullio De Mauro, che invece evidenzia la presenza di «ricopiature» nei testi di Tomasello e invia la propria relazione al rettore Navarra. Il rettore avvia il procedimento e il 3 agosto 2016 il consiglio di amministrazione dell’ università sospende per un anno il professore Tomasello.

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Il calcio che conta (storie dalle periferie del pallone)

Lontano dai riflettori della serie A, le storie e i profili più interessanti dalle squadre siciliane impegnate nei campionati minori

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×