Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Da Catania a Tripoli, gruppo vuole fermare le Ong
In nave per aiutare libici a portare indietro i migranti

Il 22 luglio l'imbarcazione di Generazione Identitaria sarà al porto etneo. Una tappa prima di raggiungere la guardia costiera libica. «Saremo 12 attivisti da quattro Paesi», spiega il referente. Ma secondo una docente di Diritto internazionale «condurre queste persone nei campi libici significa collaborare a un atto di tortura»

Salvo Catalano

Arrivare a Tripoli, passando prima per Catania. Mentre il governo italiano e gli alleati europei decidono di aumentare i finanziamenti al governo libico con l'obiettivo di frenare i flussi migratori, c'è chi si spinge oltre: Generazione Identitaria, gruppo internazionale di estrema destra, ha noleggiato una nave con cui affiancherà la guardia costiera libica nel tentativo di intercettare i barconi e riportarli indietro. In un Paese, la Libia appunto, dove secondo l'Organizzazione delle Nazioni unite e Amnesty International si violano sistematicamente i basilari diritti umani e i migranti vengono torturati. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews