Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Elezioni a Niscemi, il sindaco La Rosa tenta il bis
«Ospedale? Non ricordo gli altri candidati con me»

Il primo cittadino vanta i risultati sulla sanità per centrare il secondo mandato. Lo sostengono tre liste civiche. Sulla lotta alla mafia dice: «Il Comune con la mia amministrazione, per la prima volta, si è costituito parte civile in tutti i processi contro le mafie. Ha adottato il codice Vigna per gli appalti e continuerò su questa linea»

Alberto Sardo

Le sue iniziative hanno spesso fatto breccia nei media regionali. Come la protesta plateale a difesa dell'ospedale Suor Cecilia Basarrocco, lo sciopero della fame e il consiglio comunale organizzati davanti al pronto soccorso. Quando cinque anni fa Francesco La Rosa si candidò alla carica di sindaco di Niscemi, appariva come il candidato più debole. Eppure, arrivato secondo al primo turno, riuscì a ribaltare i pronostici al ballottaggio. Adesso ritenta con tre liste a supporto: La voce del popolo, La Rosa sindaco e Rete Democratica. Assessori designati: Valentina Spinello Rosario Giuseppe Meli. Si conferma un indipendente: «Io mi sto rimettendo in gioco, ho il mio programma e il mio progetto. Continueremo ad amministrare questa città perché Niscemi lo vuole». A lui, come agli altri candidati, abbiamo formulato cinque domande su cinque tematiche calde per la città: mafia, Muos, acqua, ospedale, agricoltura.

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×