Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Santa Croce, sfida a quattro per la sindacatura
Tutti i candidati vengono dal mondo della sanità

La successione a Franca Iurato, del Pd, è contesa da un farmacista, un ginecologo, un operatore del 118 e un dirigente medico dell’Asp 7. Molti i volti noti della politica locale: Lucio Schembari, già due volte sindaco, il consigliere Rosario Pluchino e l'ex vicesindaco Giovanni Barone. Chiude il quartetto Giovanni Di Bari

Valentina Frasca

Un farmacista, un ginecologo in pensione, un infermiere e operatore del 118 e un dirigente medico dell’Asp 7. Sono quattro espressioni del mondo della sanità i candidati alla poltrona di primo cittadino di Santa Croce Camerina che l’11 giugno si contenderanno la poltrona alle amministrative per subentrare a Franca Iurato, sindaca uscente ed espressione del Pd, che ha deciso di non tentare il bis. Si tratta di Lucio Schembari, Giovanni Di Bari, Rosario Pluchino e Giovanni Barone. I tempi dei partiti sono ormai lontani, il presente è fatto di liste civiche che uniscono giovani e meno giovani, volti e nomi che si affacciano per la prima volta al mondo della politica ad altri che, invece, il politichese lo masticano già. 

Lucio Schembari tenterà di essere eletto a palazzo di città per la terza volta, avendo guidato il Comune per due mandati consecutivi dal 2002 al 2012. Dalla sua parte si sono schierati diversi consiglieri dell’attuale opposizione e alcune anime del centrodestra. Con la sua lista Schembari Sindaco cerca di ricominciare da dove ha lasciato, con un programma articolato in 13 punti che passa attraverso l’agricoltura, lo sviluppo economico, la scuola, il sociale, la sicurezza. Due gli assessori designati: Carmelo Portelli, presidente del consiglio comunale uscente, e Giuseppe Dimartino, coordinatore del circolo Meridiana. L’impressione è che se la legge non glielo avesse proibito, Schembari avrebbe tentato la carta della conferma anche nel 2012, ma lo stop era necessario e lui ne ha approfittato per rinserrare le fila e programmare. Piccola nota di colore: a qualcuno il claim Per fare un sindaco ci vuole il sindaco è sembrato infantile, ma lui replica sereno: «Ci siamo semplicemente ispirati ad una canzoncina».

La sindaca uscente, Franca Iurato, appoggia la candidatura di Giovanni Di Bari, ginecologo in pensione e nome sul quale punta il Pd, e Di Bari vuole continuare sulla scia della Iurato per rendere Santa Croce #ilpaesedelsole, questo il nome della lista che lo sostiene. Per Di Bari la candidatura «è un dovere civico», che nasce dal piacere di mettere a disposizione dei concittadini la propria esperienza politica. Gli assessori designati sono Marianna Cuciti e Giansalvo Allù, quest’ultimo nome di spicco della giunta Iurato. L’eventuale vittoria di Di Bari, dunque, sarebbe un riconoscimento al lavoro della sindaca uscente. Turismo e agricoltura sono il doppio asse attorno al quale ruota il programma, insieme al completamento della pianta organica per rendere più efficiente la macchina comunale. Piccola nota a margine: a qualcuno non è piaciuta l’idea di presentare la squadra e la candidatura in un locale privato di un altro Comune, nella vicina Marina di Ragusa.

Il consigliere comunale Rosario Pluchino scende in campo con la lista civica #ChiAMASantaCroce che punta a riunire sotto lo stesso simbolo artigiani, pescatori e commercianti. «Porteremo avanti quel cambiamento che molti si sono intestati solo a parole e senza illudere la gente con programmi faraonici, con una candidatura fuori dalle logiche di partito, con umiltà e spirito di servizio», ha dichiarato Pluchino in più di un’occasione. Pina Cocuzza è il suo assessore designato, assieme al consigliere uscente del gruppo Diventerà Bellissima Salvatore Di Marco. «Recuperare quindici anni in cui il paese è rimasto indietro», è la mission di Pluchino che sta improntando la sua campagna elettorale sul tema del cambiamento, tentando di profilarsi come il candidato più rivoluzionario. Aggiornare i regolamenti comunali vecchi di 20 anni e avviare le dirette streaming delle sedute del consiglio comunale nell’ottica della trasparenza sono due dei punti centrali del suo programma.

Chiude la quaterna di nomi il candidato Giovanni Barone con la sua lista #santacrocerivive. Barone ha incassato l’appoggio di Piero Mandarà e Giovanni Giavatto, suoi diretti avversari alle ultime Amministrative. Già vicesindaco nel corso della prima amministrazione di Lucio Schembari (2002-2007) e presidente del consiglio comunale dal 2007 al 2012, Barone ha scelto come assessori Filippo Frasca, un veterano della politica iblea vicino al centrodestra che, dopo qualche anno sabatico, torna nell’arena, e lo stesso Piero Mandarà. Sicurezza, integrazione, cura delle borgate e servizi per i turisti, insieme all’attenzione massima per i settori vitali dell’economia locale, agricoltura in primis, alcuni dei punti del programma da cui ripartire.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews