Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Medicina in rumeno a Enna, Crocetta inaugura
«Qui c'è in atto di ribellione al numero chiuso»

Il governatore ha voluto prendere parte alla cerimonia per l'avvio ufficiale del nuovo anno accademico. «È stata una bella scelta portare qui questa università», dice. Intanto va avanti la lunga battaglia legale con il ministero dell'Istruzione

Redazione

Il presidente Rosario Crocetta prende parte all'inaugurazione dell'anno accademico della contestata facoltà di medicina in rumeno a Enna. E si schiera a favore dell'esperimento, ormai avviato da due anni: «Questa università è un atto di determinazione di questo popolo che ha voluto ribellarsi - afferma -. Un atto di ribellione contro il numero chiuso»

L'Università Dunarea de Jos di Galati ha avviato le attività lo scorso anno a Enna, i docenti vengono dalla Romania o le lezioni sono in aula remota, i laboratori sono ospitati nell'ospedale. Il progetto è stato promosso dalla fondazione Proserpina, guidata dall'ex senatore del Pd Vladimiro Crisafulli. Lunga è stata la battaglia tra la fondazione e l'ateneo di Galati da una parte e il ministero dell'Istruzione dall'altra. 

Il Miur si è rivolto al Tribunale di Caltanissetta per chiedere di interrompere le lezioni, perché considera il progetto fuori legge. Il giudice si è espresso lo scorso luglio, respingendo la richiesta dello stop perché non ci sono le basi giuridiche per un provvedimento d'urgenza, ma dall'altro parte ha sottolineato un lungo elenco di criticità già evidenziate dal ministero. 

Intanto le lezioni proseguono, e al via del nuovo anno accademico Crocetta non è voluto mancare (l'anno scorso a presenziare era stato l'assessore alla Formazione Bruno Marziano), arrivando a citare anche l'articolo 3 della Costituzione a sostegno della libertà degli studenti di scegliere per il loro futuro. 

«È stata una bella scelta portare qui questa università - aggiunge - e creare un polo universitario che cresce in questa Sicilia centrale che cresce, anche se non ha ricevuto la giusta attenzione. Enna credo sia naturalmente vocata alla crescita universitaria».
 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews