Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Enna, disabile costretto ad aprire una società
Minacciato: «Ti prendo cuore e me lo mangio»

Due uomini con precedenti per polizia sono stati arrestati con l'accusa di circonvenzione di incapace e tentata estorsione. La vittima, un 51enne, sarebbe stato costretto a intestarsi una ditta per comprare computer e tablet e a chiedere un prestito da 10mila euro a una banca 

Redazione

«Dove ti trovo ti trovo ti faccio fuori, ti scanno, ti prendo il cuore e me lo mangio». Con queste parole e altre frasi dello stesso tono, due uomini con precedenti di polizia avrebbero costretto un disabile ad aprire una ditta individuale per comprare telefoni e tablet e richiedere un prestito da 10mila euro. Giuseppe di Dio, 37 anni, e Salvatore Cammalleri, 51 anni, sono stati arrestati con l'accusa di circonvenzione di incapace e tentata estorsione. La vittima è un 51enne di Enna. 

Con l'aiuto di un amico comune, i due avrebbero avvicinato il disabile, costringendolo a intestarsi una società e a comprare strumenti tecnologici per un valore di seimila euro, di cui poi si impossessavano. In più la vittima sarebbe stata costretta a chiedere a una banca un prestito da 10mila euro che, una volta ottenuto, veniva materialmente acquisito dai due malviventi. 

L'uomo però è riuscito a reagire denunciando tutto alla Guardia di Finanza del comando provinciale di Enna. I militari - attraverso intercettazioni, pedinamenti e appostamenti, e analizzando la documentazione commerciale e bancaria prodotta dalla vittima - hanno ricostruito la vicenda. Comprese le minacce di morte: «Se non li paghi ti giuro che ti scippo la testa, dove sei sei, e me ne sto andando fino dai tuoi fratelli e i primi schiaffi li prendono i tuoi fratelli». Parole che hanno terrorizzato la vittima al punto da indurlo a non uscire da casa per giorni. 

A causa della pericolosità dei soggetti investigati e del rischio di reiterazione del reato, il giudice per le indagini preliminari ha disposto la misura cautelare eseguita oggi dai finanzieri. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

La Sicilia dove l'acqua è un lusso

L'emergenza Messina è solo la punta dell'iceberg di un'Isola assetata: da Gela ad Agrigento. Dove fiorisce il mercato nero

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×