Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Palma, sospesi undici dipendenti comunali
Al bar e in gioielleria anziché stare al lavoro

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa sull'assenteismo al Comune. Tanti i casi di impiegati che sfruttavano l'orario di ufficio per fare altre attività. Nel frattempo altre 14 persone - tra cui tre dirigenti - hanno ricevuto l'avviso di garanzia dalla procura. Patronaggio: «Altre situazioni simili nell'hinterland»

Gero Rizzo

Al bar per prendere il caffè con gli amici, al supermercato per fare la spesa, in chiesa per partecipare al funerale, persino in gioielleria per fare il regalo alla moglie, rigorosamente durante l’orario di lavoro. Con queste accuse undici dipendenti del Comune di Palma di Montechiaro sono stati sospesi dal lavoro per trenta giorni dal gip Alfonso Malato che ha accolto le richieste della sostituta procuratrice Alessandra Russo, che ha diretto le indagini eseguite dai carabinieri del comando locale e della Compagnia di Licata.

I dettagli dell’operazione Torno subito sono stati illustrati nei locali della procura di Agrigento. È stato proprio il procuratore capo, Luigi Patronaggio, a rivelare a inizio di conferenza stampa un dettaglio curioso. «Pensate - ha detto Patronaggio - che tra le persone indagate c’è anche un dipendente che, durante l’orario di lavoro, è stato sorpreso dai carabinieri nella scuola della figlia. Vi si era recato per assistere ad un convegno sulla legalità».

L'inchiesta è scattata per iniziativa dei militari e ha riguardato due anni diversi: nel 2015 e nel 2016. «I carabinieri hanno seguito gli impiegati - ha spiegato la pm Russo - per un mese la prima volta e per lo stesso periodo di tempo la seconda. Le condotte non sono mutate. Continuavano ad assentarsi dal lavoro, procurando un doppio risultato negativo: un danno economico all’ente e uno di immagine». Patronaggio ha poi aggiunto: «In tempi in cui la gente si aspetta tanto dalla pubblica amministrazione, ed è in continuo aumento il numero di giovani senza lavoro, proprio non si può assistere ad episodi simili». Secondo il procuratore, poi, quello di Palma non sarebbe un caso isolato. «Se eseguissimo controlli in altre parti del territorio penso che potremmo trovarci di fronte a situazioni identiche a questa», ha specificato.

In origine il numero degli indagati era di 34, ma la posizione di alcuni lavoratori socialmente utili, «in virtù della loro particolare posizione di lavoro», è stata stralciata. Ora, oltre agli undici dipendenti comunali sospesi dal lavoro dal gip Alfonso Malato, altri 14 hanno ricevuto un’informazione di garanzia. Tra loro anche tre dirigenti del Comune.

«Ci troviamo in presenza - ha detto il capitano Marco Currao, comandante della compagnia carabinieri di Licata – di una prassi disdicevole». Mentre il colonnello Rodrigo Micucci, comandante del reparto operativo, ha annunciato che «il comando provinciale porterà avanti queste attività di controllo su tutto il territorio».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews