Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

G7 a Taormina, Renzi posta il logo sui social
«Richiama centralità del teatro e della cultura»

Il presidente del consiglio inizia oggi un mini tour dell'Isola e, sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter, lancia l'immagine che accompagnerà l'evento in programma il prossimo maggio. «Vi piace il logo che è stato scelto?», chiede ai suoi followers

Redazione

«Vi piace il logo che è stato scelto? Richiama la centralità del teatro, della cultura, della questione educativa che sarà centrale nel G7 del prossimo anno. Viva la Sicilia, viva l'Italia». Con queste parole il presidente del Consiglio Matteo Renzi svela sulla sua pagina Facebook e sul suo profilo Twitter il logo che accompagnerà l'incontro tra i grandi della Terra previsto per il prossimo anno a Taormina.

«Due giorni in Sicilia tra Palermo, Trapani, Messina e la Taormina del G7. Vi piace il logo?», scrive su Twitter ricordando che proprio stasera inizia il tour del premier nell'Isola. Prima tappa Palermo, dove ad aspettarlo ci sono anche le proteste degli studenti, mentre stasera è prevista la presenza dei lavoratori di Almaviva e dei centri sociali.

Subito molti commenti su Facebook alla domanda posta da Renzi. «Di sicuro non è l'agenzia della Lorenzin. È già un passo avanti», dice Victor ricordando la campagna promozionale del Fertility day. «Mi pare il logo di una festa da paese», replica Luca. Il G7 si svolgerà nella cittadina ionica il 26 e il 27 maggio del 2017. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews