Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Floridia, a un mese dall'omicidio del panettiere
«Pretendere di mangiare o vestirsi gratis è pizzo»

Assemblea pubblica organizzata dall'associazione antiracket di cui Sebastiano Sortino, ucciso la notte del 9 settembre faceva parte. Il figlio: «Chiediamo una punizione severa». Il coordinatore Fai denuncia: «Nuove modalità di ricatto economico permettono alla criminalità di affermare la supremazia sul territorio»

Marta Silvestre

«Noi chiediamo soprattutto giustizia, ma anche una punizione severa ed esemplare per i tre ragazzi che hanno ucciso mio padre». Angelo Sortino, il figlio di Nuccio, il panettiere ucciso a Floridia la notte del 9 settembre, torna a parlare dell'omicidio del padre nel giorno in cui nell’aula consiliare del Comune di Floridia si terrà un’assemblea pubblica in suo ricordo.

All’iniziativa, organizzata dalla Federazione antiracket insieme all’associazione locale e con il patrocinio dei Comuni di Floridia e Solarino, sarà presente anche il presidente onorario della Fai antiracket Tano Grasso per riflettere sulle azioni da mettere in campo in un territorio in cui, nell’ultimo periodo, molti commercianti hanno subito intimidazioni e danni alle loro attività. «Stiamo scommettendo su questo territorio – dichiara Paolo Caligiore, il coordinatore provinciale dell’associazione antiracket di Siracusa – e l’incontro che faremo oggi è rivolto soprattutto agli imprenditori e ai commercianti locali per rinnovare l’invito alla denuncia». Oggi inoltre il Fai di Floridia e Solarino è stato intitolato proprio a Sebastiano Sortino. 

Dal monitoraggio del territorio è emerso che anche il racket ha delle caratteristiche nuove. «Il pizzo – spiega Caligiore – non è più annuale né mensile, ma lo si chiede anche sotto forma di merce gratis. Infatti, se qualcuno va in una attività e pretende di mangiare o vestirsi gratuitamente questa altro non è che una richiesta di pizzo a tutti gli effetti. E – aggiunge – queste nuove modalità di ricatto economico permettono alla criminalità di affermare e mantenere saldi il controllo e la supremazia sul territorio». 

Supermercati, negozi di abbigliamento o di accessori, ingrossi di materiale edile della provincia siracusana. Sono diverse le attività colpite dal fenomeno del racket in questa forma che consente alla criminalità anche di rischiare meno perché spesso imprenditori, commercianti e artigiani inizialmente non capiscono e poi si creano l’illusione di non essere sotto lo scacco del pizzo e, quindi, non denunciano. Anche Sebastiano Sortino era tra i soci fondatori dell’associazione antiracket di Floridia e Solarino e «già più di 15 anni fa – racconta il figlio Angelo che adesso, insieme a una delle sue sorelle, ha preso in gestione il panificio di famiglia – aveva anche denunciato alcune persone che gli avevano chiesto il pizzo. Quei ragazzini che poi lo hanno ucciso venivano qui da un po' di tempo e, con toni di mafia, volevano fare i padroni minacciando i dipendenti e pretendendo di mangiare gratis».

A meno di un mese dall’omicidio di Nuccio Sortino, compiuto da tre giovanissimi di cui due minorenni, sabato notte i carabinieri di Floridia hanno arrestato un giovane 24enne siracusano, Christian El Agrebi che dopo aver bevuto in vari bar di Floridia si rifiutava di pagare quanto consumato minacciando i dipendenti con una pistola, poi risultata falsa. «È un gesto di emulazione molto grave – commenta Caligiore – che ci deve far riflettere ancora di più sul fatto che le azioni repressive da sole non bastano a risolvere i problemi e sulla necessità di avviare percorsi educativi per i più giovani in sinergia con le associazioni, le istituzioni e le amministrazioni locali». Intanto a un mese esatto dalla morte di Nuccio Sortino, domenica 9 ottobre, è prevista una fiaccolata lungo le strade di Floridia.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews