Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Niscemi, colpi di pistola su portone di un agricoltore
In una zona trafficata, dall'uomo nessuna spiegazione

L'attentato è avvenuto stanotte intorno all'una nella rotonda di Marinuzza, uno degli ingressi della città. La vittima, sentita dagli investigatori, al momento non avrebbe fornito alcuna spiegazione del messaggio intimidatorio. Che si somma ad altri recenti inquietanti episodi 

Mario Cappello

Foto di: archivio

Foto di: archivio

Nove colpi di pistola sulla saracinesca di casa di un agricoltore di Niscemi. Il chiaro messaggio intimidatorio si è registrato intorno all’una di notte, nel frequentatissimo largo Spasimo, meglio conosciuto come Marinnuzza. Un episodio che, sommato a quelli recenti, rischia di far ripiombare la cittadina nissena nei periodi bui degli anni 90. 

Dopo i numerosi incendi d’auto notturni, i colpi di pistola contro l’abitazione dell’assessore Giuseppe Giugno, arriva l'attentato di oggi: nove colpi di pistola calibro 7.65 esplosi contro il portone e le saracinesche dell’abitazione del sessantenne. Il forte rumore ha svegliato gli abitanti della zona: «Quando ho sentito le esplosioni non riuscivo a credere alle mie orecchie - spiega un residente - io stesso ero rincasato da poco con degli amici, la strada è molto transitata». 

Chi ha sparato non si è fatto scrupoli ad agire in un orario in cui sono ancora molte le auto in transito dalla rotonda che rappresenta l’ingresso della città per chi proviene da Vittoria. Immediatamente sono intervenuti gli uomini del commissariato di Niscemi che sono stati costretti a transennare l’area per tenere a distanza i numerosi curiosi e permettere agli uomini della scientifica di effettuare i rilievi balistici. 

Ancora sconosciuti i motivi dell’avvertimento, ma gli inquirenti hanno acquisito e stanno visionando le immagini delle videocamere di sicurezza della zona. La vittima, ascoltata dagli investigatori, non avrebbe saputo indicare le possibili motivazioni del gesto. I danni risultano limitati: alcuni colpi hanno raggiunto il portone dell’abitazione e la saracinesca del garage in cui sono conservati i mezzi agricoli. La paura invece è stata tanta, compresa quella collettiva di una città che vorrebbe lasciarsi alle spalle un passato di attentati incendiari e avvertimenti mafiosi. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews