Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Dopo 21 anni tornano sulla scena i Kunsertu
«Mokarta? Era il lato B del disco, un errore»

Il gruppo messinese di world music torna a suonare per un evento di beneficenza a Messina. Live apripista del tour estivo tra Sicilia e Calabria, con brani inediti, un nuovo concept e la promessa di un altro album. A quasi trent'anni dalla serenata che li ha resi celebri, raccontata da Giacomo Farina, uno dei fondatori

Alessia Rotolo

La loro musica ha emozionato e commosso più di una generazione, lasciando un vuoto con la lunga assenza dalle scene. Ma dopo 21 anni tornano a solcare il palco, con brani inediti e la promessa di un nuovo albumi messinesi Kunsertu. Uno dei primi gruppi italiani di world music che, alla fine degli anni ’80, ha richiamato l’attenzione di pubblico e media per la sua originalità. Stasera suoneranno al Palacultura di Messina per un evento di beneficenza a favore della campagna Bambini in Alto Mare dell’associazione Ai.Bi. Amici dei Bambini. Ma questa estate sono previsti diversi concerti. «Il due luglio saremo a Milazzo, ma dobbiamo ancora definire le altre date», annuncia a MeridioNews Giacomo Farina, musicista del gruppo nonché uno dei fondatori.

La data di stasera a Messina farà così da apripista al nuovo tour. «Sarà un calendario aperto», spiega Farina, con gli appuntamenti tutti concentrati al sud, tra Sicilia e Calabria. «Vogliamo riprendere il discorso interrotto e andare avanti sulla ricerca della musica etno pop», continua il musicista. La storia della band si è sempre contraddistinta per la capacità di miscelare sonorità diverse: dalla Sicilia al Maghreb, passando per il ritmo dell'Africa nera. «Abbiamo già dei brani inediti che presenteremo durante i concerti e che saranno inseriti nel nuovo disco - anticipa - I nostri album sono sempre una sintesi delle varie stagioni che facciamo in giro, dei pezzi che vanno nascendo».

Uno dei loro brani più belli e conosciuti è Mokarta, una canzone d'amore in dialetto siciliano che ha resistito agli anni, ascoltata da genitori e figli. Ma quando il brano è stato pubblicato, il gruppo non pensava potesse avere tutto questo successo. «È una ballata, una serenata - racconta il percussionista - Per noi era solo un lato B di un disco perché ci sembrava fuori solco rispetto a quello che stavamo facendo, e invece sbagliavamo alla grande». Oggi, a quasi trent'anni di distanza da quel successo, il gruppo non ha interrotto la sperimentazione. «Nel nuovo concept c'è l'idea di traghettare il folk verso un pubblico più generalista e anche dare valore al dialetto siciliano e alle altre lingue del mediterraneo - conclude Farina - Vorremmo internazionalizzare la nostra musica, solcando i confini italiani».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews