Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Parco dei Nebrodi, spari a presidente Antoci
Agguato nella notte sulla strada per Cesarò

È successo intorno all'una. I malviventi hanno aperto il fuoco contro l'auto su cui viaggiava insieme al poliziotto di scorta. Nessuna conseguenza per i due. Da tempo, Antoci è nel mirino delle cosche locali per le denunce contro l'illegalità nel settore agricolo. In aggiornamento

Simone Olivelli

Attentato nella notte contro il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci. Intorno all'una, due persone hanno sparato contro la sua auto. Antoci viaggiava insieme al poliziotto di scorta sulla strada che va da Cesarò a San Fratello, sulle montagne messinesi. L'agente ha risposto al fuoco, riuscendo a far allontanare i malviventi che avrebbero utilizzato armi di grosso calibro. Né Antoci né il poliziotto avrebbero riportato conseguenze, ma sono stati trasferiti per controlli all'ospedale di Sant'Agata di Militello. 

Antoci, che si trovava di ritorno da una manifestazione a Cesarò, già da tempo è nel mirino delle cosche mafiose messinesi, dopo le denunce in merito al giro di denaro e all'illegalità nel settore agricolo. Negli scorsi mesi, ignoti gli avevano inviato anche alcuni proiettili. Stando ad alcune indiscrezioni, nella sparatoria uno dei malviventi sarebbe stato ferito. Sull'episodio indaga la polizia di con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Messina.

Tra i primi a commentare l'agguato il capogruppo all'Ars di Sicilia Futura, Giuseppe Picciolo. «Siamo vicini a lui e agli uomini della sua scorta che, con grandi meriti, hanno fatto scudo a chi coraggiosamente guida al meglio l'istituzione che rappresenta. Siamo quindi al fianco del presidente Antoci ed alle battaglie per la giustizia e la legalità in un territorio che ha bisogno di tanti uomini coraggiosi come lui», dichiara. 

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere su smartphone e tablet le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews