Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Ast ancora senza cda, protesta dei lavoratori
«Il governo regionale gioca col loro futuro»

La riunione per la nomina, prevista per oggi, ha subito due rinvii. L'azienda senza cda da ottobre, dopo le dimissioni dei componenti in seguito all'arresto del presidente Dario Lo Bosco per un giro di tangenti. Benigno (Fit Cisl): «La situazione si sblocchi al più presto o la contestazione sarà più dura»

Manlio Melluso

Protesta dei dipendenti dell'Ast questa mattina in via Ugo La Malfa a Palermo, davanti alla sede dell'azienda dei trasporti. Una cinquantina di lavoratori ha improvvisato un sit in dopo avere appreso che la designzione del consiglio di amministrazione, prevista per oggi, era stata ancora una volta rinviata. In un primo momento, la nuova data per scegliere componenti del cda era stata individuata nel 14 marzo. Successivamente i sindacati sono venuti a conoscenza di un ulteriore slittamento al 22 o al 23 febbraio.

Dura reazione dei rappresentanti sindacali: «La riunione di oggi è saltata perché non si è trovato l'accordo sulle poltrone, ma ai dipendenti le questioni politiche non interessano», attacca Amedeo Benigno, segretario regionale della Fit Cisl. «L'amministrazione sta giocando col futuro dei lavoratori. Soltanto con la designazione di un nuovo cda si può aprire una discussione sulla ristrutturazione aziendale».

L'Ast, che conta 800 dipendenti, ad oggi non ha un consiglio di amministrazione. A ottobre dell'anno scorso, infatti, in seguito all'arresto del presidente Dario Lo Bosco per un giro di tangenti, si erano dimessi gli altri componenti. A febbraio, il presidente della Regione Rosario Crocetta ha indicato per la presidenza un suo fedelissimo, Massimo Finocchiaro, responsabile del Megafono a Messina, ma il resto del cda non è mai stato nominato.

«La mancata nomina degli organi di vertice – spiega Benigno - di fatto blocca il rilancio dell’azienda. La Regione, socio unico, ci convochi. Questa situazione può causare danni patrimoniali e dismissioni di parte dell'esercizio e di tratte gestite dall’Ast a vantaggio della concorrenza. Se non si viene a capo della situazione – conclude il sindacalista - la protesta si farà più dura». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews