Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Commissione Bilancio esamina legge di stabilità
Emendamenti per Cerisdi e consorzi di bonifica

In attesa che il disegno di legge arrivi all'Ars, si ragiona sulle modifiche richieste alla finanziaria. Che prevedono risorse anche per Coppem, Corfilac, Unione italiana ciechi e consorzi universitari. Approvata, intanto, una risoluzione che impegna il governo Crocetta a dare inizio alle attività dei forestali già ad aprile

Giuseppe Bianca

Foto di Bjs

Foto di Bjs

Dopo l’approvazione del bilancio, ieri sera, da parte dell'omonima commissione dell’Ars, oggi avrà inizio l’esame del disegno di legge di stabilità. Atto necessario prima dell'approdo in Aula. La commissione Bilancio, intanto, ha approvato una risoluzione che impegna il governo Crocetta ad avviare entro la prima metà del mese di aprile le attività dei forestali. Una parte di questi dovrebbe occuparsi di lavori di manutenzione e ripulitura del sottobosco al fine di prevenire il rischio incendi in estate. Un’altra risoluzione, invece, ha riguardato il governo nazionale e nello specifico gli effetti negativi dannosi per la Sicilia dell’accordo commerciale tra l'Unione europea e il Marocco.

Tra gli emendamenti presentati alla legge di stabilità, si segnalano quelli riguardanti il Cerisdi, il centro di alta formazione della Regione, che attraversa un durissimo momento di crisi, per il quale sono richiesti circa 800 mila euro. Settecentomila euro, invece, è la somma che servirebbe a rimpinguare le risorse del Corfilac, il Consorzio di ricerca sulla filiera lattiero-casearia di Ragusa, mentre di 280mila euro è la richiesta per il Coppem, il comitato permanente per il partenariato euro mediterraneo. La lista delle modifiche alla finanziaria prevede anche un milione per l’Unione italiana ciechi e i consorzi universitari. Poi ci sono i consorzi di bonifica, verso cui sono stati presentati emendamenti per diversi milioni di euro. Gli enti, nella riforma pensata dall’assessore Cracolici, dovrebbero diventare strategici. 

Tutto questo passerà dalla discussione in Aula, dove, come sempre, sarà difficile trovare un punto di incontro che metta d’accordo tutti. E così, la corsa dei deputati a tutelare la realtà più rappresentative dei rispettivi territori rischia di lasciare sul campo più musi lunghi che volti sorridenti.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews