Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Regione, una centrale unica per gli acquisti
Possibili risparmi di 100 milioni nella Sanità

La soluzione è al vaglio del governo Crocetta. Dai monitoraggi di appalti di ospedali ed Asp è emerso che le singole gare frammentano le risorse e soprattutto costano di più. Il docente di Unict, Maurizio Caserta, sottolinea: «Per certi acquisti occorrono competenze specifiche a monte anche nella predisposizione dei bandi»

Giuseppe Bianca

Il governo regionale pensa a razionalizzare gli sprechi della sanità siciliana e più in generale della pubblica amministrazione, avvalendosi della centrale unica degli acquisti. Secondo alcune stime previste dall’assessorato, si potrebbe arrivare anche a cento milioni di euro di risparmio. Anche se quantificare la quota di risparmio per l’intera Regione al momento non è possibile, se prima non si procede a una stima verosimile di quante operazioni complessivamente saranno coinvolte rispetto al totale degli acquisti effettuati. Dai monitoraggi di appalti di ospedali ed Asp è emerso che le singole gare frammentano le risorse e soprattutto costano di più. Nell’idea dell’amministrazione regionale la centrale unica non si occuperà soltanto degli appalti in sanità - che resta comunque il settore dove si registrano la maggior parte degli interventi - ma anche di appalti di altri assessorati. 

Quel che è certo che il tentativo di razionalizzazione passa da una filosofia di gestione che autorizza ipotesi consistenti di minore spesa. Utilizzando in pratica un sistema per una serie ripetuta di operazioni, il costo viene ripartito su un numero elevato di acquisti e tende a essere minore. Maurizio Caserta, docente universitario di Macroeconomia all’Università di Catania spiega così in sintesi la nuova metodologia: «Centralizzare gli acquisti produce un effetto sui costi della transazione. Ciò nasce da una valutazione d’insieme di tutto quello che occorre per arrivare all’acquisto del bene o del servizio richiesto». Caserta poi chiarisce ulteriormente: «Per certi tipi di acquisti occorrono competenze specifiche a monte anche nella predisposizione dei bandi e di quello che occorre per arrivare al prodotto che serve. Inoltre facendo la spesa una volta e utilizzandola per più acquisti vengono realizzate delle economie di scala». 

Secondo il docente «in termini di efficienza economica per un’amministrazione la centrale unica degli acquisti è una scelta di risparmio e come tale è benvenuta. Il problema delle amministrazioni pubbliche, in economie che rallentano e arrancano come la nostra, è proprio ridurre le spese. Nella fase di programmazione degli acquisti con questa modalità verranno assorbite tutte le spese necessarie per arrivare all’obiettivo finale». Quindi, oltre a una profonda razionalizzazione, si richiederà una profonda qualificazione di chi procede agli appalti centralizzati.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews