Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Bottiglia di olio siciliano al Parlamento europeo
Corrao (M5s): «Ue devasta nostre eccellenze»

Il deputato ha portato a Strasburgo una produzione locale di extravergine per protesta contro la proposta di immettere sul mercato continentale 35mila tonnellate di olio tunisino senza dazio. Quindi si è rivolto ai colleghi mediterranei di Ppe e Pse. «Se non difendete le vostre tipicità, venite soltanto a fare numero»

Redazione

Foto di: Ignazio Corrao

Foto di: Ignazio Corrao

Una bottiglia di olio extravergine siciliano al parlamento europeo. L'ha portata oggi, durante la seduta plenaria dell'organo di Strasburgo, il deputato del Movimento cinque stelle, Ignazio Corrao. «In Sicilia, così come in tante regioni del Mediterraneo – ha dichiarato Corra - l’agricoltura produce eccellenze straordinarie. Dal pomodoro di Pachino, alle arance di Ribera e della piana di Catania e anche questo meraviglioso olio d’oliva extravergine. E quindi l’Unione Europea cosa fa? Al posto di tutelare le produzioni di eccellenza, tenta di devastarle». Un gesto di protesta contro la proposta della commissione che autorizza l'immissione sul mercato europeo di 35mila tonnellate di olio tunisino senza dazio, in aggiunta alle attuali 56mila tonnellate, già previste dal 1995. Il tutto per due anni, dal 1 gennaio del 2016 al 31 dicembre 2017, per aiutare l'economia del Paese nordafricano minacciato dal terrorismo. Il progetto, che spaventa i produttori siciliani, ha già ricevuto il via libera dalle due commissioni competenti, Agricoltura e Commercio, ed entro febbraio dovrà essere votato dall'aula. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews