Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Muos, per i periti le emissioni non superano limiti
Legali: «Relazione ha macroscopiche mancanze»

Il collegio ha depositato le conclusioni, senza allegare il parere dei periti di parte. Ammettono di non riuscire a valutare l'impatto sulla Sughereta e danno un via libera basandosi sui dati Usa. «Questa è censura - commenta Massimo Coraddu - le misurazioni non sono state fatte, il termine non rispettato e il contraddittorio non c'è stato»

Salvo Catalano

Le verifiche sul Muos da parte dei periti nominati dal Cga si sono concluse. Le parabole, a differenza di quanto richiesto dai giudici amministrativinon sono state accese e i verificatori ieri hanno consegnato la loro relazione, giungendo ad alcune conclusioni, sintetizzabili in quattro punti. La prima è che, sulla base dei dati forniti dall'ambasciata statunitense e dall'Arpa, non verranno superati i limiti di emissione dei campi elettromagnetici, anche se poi i periti lasciano aperto un margine di dubbio proprio sulla fonte su cui hanno basato le loro misure, sottolineando che la conclusione a cui arrivano è valida se le modalità di funzionamento delle parabole sono quelle effettivamente descritte dagli Usa. Secondo punto riguarda l'ammissione che le frequenze del Muos sono incompatibili con gli apparecchi elettromedicali (bypass, defibrillatori cardiaci, ecc). Terzo: i periti ammettono di non essere riusciti a esprimere una valutazione sull'impatto dei campi elettromagnetici sulle specie animali e vegetali che vivono all'interno della Sughereta, che per l'Unione europea è Sito d'interesse comunitario. Infine danno una risposta sulle eventuali interferenze sui voli, sostenendo che non esistono criticità, anche se la certezza non esiste per gli aerei più vecchi. Il tutto però si accompagna a una dimenticanza: il collegio di verificazione non allega alla sua relazione quella dei periti di parte, a differenza di quanto chiesto dallo stesso Cga. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

La mafia nel Siracusano

La provincia di Siracusa - soprattutto la parte Sud, tra Noto, Pachino e Avola - deve fare i conti con una criminalità organizzata che condiziona sempre più le attività economiche, a cominciare dall'agricoltura

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×