Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Enna, migliaia di ettari in affitto alla mafia rurale 
Dopo indagini, Comune di Troina rescinde contratti

È stato il lavoro della speciale commissione voluta dalla prefettura a fare luce sull'uso dei terreni in gestione all'azienda pubblica Silvo pastorale. Concessi per decenni a canoni irrisori a soggetti vicini alla criminalità organizzata messinese, senza nessuna gara d'appalto. Il sindaco è sotto scorta da dicembre

Redazione

Boschi, radure, pascoli per un totale di 4.200 ettari di proprietà pubblica usati da soggetti vicini alla mafia dei Nebrodi, in cambio di canoni di concessione irrisori e senza nessuna gara d'appalto. Adesso tutti questi contratti sono stati rescissi, grazie all'indagine avviata da una speciale commissione voluta dalla prefettura di Enna. A prendere la decisione è stato il consiglio comunale di Troina, ente titolare dell'azienda Silvo pastorale che gestisce questa vasta area. 

L'indagine ha accertato che migliaia di ettari di terreni sono stati concessi per decenni in affitto per pascolo di greggi e armenti a canoni compresi tra 12 e 30 euro a ettaro, a fronte di contributi europei di 300 euro a ettaro. Un sistema reso possibile dalla mancanza di gare d'appalto e dal silenzio degli amministratori: sindaci e consigli comunali di Troina. È stata l'indagine avviata dal prefetto Fernando Guida a fare definitivamente luce su una vicenda sollevata anche dal senatore del Pd Giuseppe Lumia. È emersa la presenza nelle zone agricole, gestite dall'azienda, di famiglie di allevatori legate alla mafia messinese (Tortorici, Cesarò, San Fratello, Maniace, Montalbano Elicona, Castell'Umberto). 

«È stata ripristinata la legalità nella gestione dell'azienda Silvo pastorale del Comune di Troina - commenta il prefetto -. È stato anche avviato l'iter per impugnare tutti i contratti che, benché sottoscritti da persone non colpiti da interdizione per motivi di mafia, sono stati stipulati senza alcuna gara di evidenza». Per la battaglia portata avanti contro la mafia rurale, l'attuale sindaco di Troina, Fabio Veneziavive sotto scorta dallo scorso dicembre.  «Il territorio dei Nebrodi - spiegava qualche mese fa a MeridioNews - è stato per lungo tempo terra di nessuno e la criminalità rurale è riuscita ad avere un controllo capillare e a curare indisturbata i propri interessi economici». 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×