Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Crisi idrica, problemi anche a Caltanissetta 
Una nota dell'Asp: «L'acqua non è potabile»

Il Comune ha annunciato stamani il divieto di utilizzo per scopi alimentari. La decisione è stata presa dopo che ieri l'Azienda sanitaria provinciale ha comunicato il risultato delle analisi effettuate nelle condotte cittadine. Il sindaco Ruvolo a MeridioNews: «Non conosciamo, al momento, le cause del disservizio»

Simone Olivelli

Dopo Messina e Milazzo, anche Caltanissetta deve fare i conti con i problemi idrici. Il sindaco del capoluogo nisseno Giovanni Ruvolo ha vietato stamani l'utilizzo dell'acqua per scopi alimentari. La decisione è arrivata in seguito ai risultati delle analisi compiute dall'Asp, dopo che nei giorni scorsi si sarebbe verificato un guasto nell'acquedotto che rifornisce la città: «Ho da poco ricevuto notizia che a seguito di interventi urgenti di riparazione della condotta Ancipa e sulla base della nota trasmessa dall'Asp, avviso la popolazione del divieto di utilizzo dell' acqua a scopo alimentare e della possibilità di utilizzo ai soli fini igienico sanitari, nelle more della realizzazione dell'intervento di riparazione» ha scritto il primo cittadino sulla propria pagina Facebook.

Il sindaco comunica che nella giornata di domenica dalle 10 in poi ci sarà un'autobotte in piazza Mercato per firnire acqua a uso alimentare. «La situazione - dice - potrebbe risolversi nel giro die due, tre giorni». A tentare di trovare nel più breve tempo possibile una soluzione saranno i tecnici di Caltaqua, la società che gestisce dal 2006 il servizio integro in tutta la provincia. Già ieri, la società che fa riferimento ad Aqualia Gestion Integral del Agua S.A. - una delle compagnie di gestione dell'acqua più conosciute a livello internazionale - aveva diffuso un comunicato in cui si annunciavano direttive in merito ai turni di distribuzione che riguarderanno diversi Comuni, compreso Caltanissetta: «A seguito del vertice convocato da Caltaqua, tenutosi questa mattina nella sede dell’ATO, in presenza del fornitore Siciliacque e dell’ASP e discusse tutte le criticità che al momento sono presenti negli invasi - si legge nella nota - le parti hanno rivisto e concordato un calendario della distribuzione dei prossimi giorni in alcuni comuni della provincia. Tale situazione sarà momentanea, in quanto il fornitore ha previsto di risolvere tutte le problematiche nell’arco di una settimana. In particolare - continua il comunicato - nel Comune di Caltanissetta si allungheranno i turni di distribuzione. Domani (oggi per chi legge, ndr) 7 novembre sarà il turno delle zone Balate e S. Elia. Quotidianamente comunicheremo la turnazione». 

Nell'incontro di ieri, Siciliacque, come riportato dal quotidiano Il Fatto Nisseno, aveva annunciato che «per salvaguardare la qualità dell'acqua erogata alle utenze finali si opererà una riduzione dell'acqua immessa nelle condotte». Sulla questione, intanto, è tornato lo stesso Ruvolo che a MeridioNews dichiara: «Abbiamo ricevuto l'informativa dell'Asp ieri pomeriggio. Stamattina stiamo monitorando la situazione con Caltaqua per capire l'origine del danno. Si è trattato - specifica il primo cittadino - di analisi di routine». Per il momento il sindaco di mantiene cauto sulle cause all'origine della torbidità: «Contiamo di scoprire i motivi in giornata. Lo scoppio nella condotta di adduzione di due settimane fa? Lo escludo, negli ultimi giorni l'acqua era potabile».

La notizia della non potabilità dell'acqua a Caltanissetta arriva pochi giorni dopo l'annuncio della presenza di batteri nelle condotte dell'Agrigentino. In quel caso, a finire al centro delle critiche è stata la società Girgenti Acque Spa.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×