Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Pd-Ncd insieme per riforme e per il futuro di Crocetta
Tra lotta alla burocrazia e reddito di cittadinanza

Nel teatro della politica di ieri, l'hotel delle Palme di Palermo, i coordinatori Fausto Raciti e Giuseppe Castiglione trovano l'accordo. Un patto per le riforme, l'ennesimo che reitera la prosecuzione della legislatura regionale all’Ars. Possibile l'apertura a un esponente alfaniano in giunta

Filemazio

Né felici, né scontenti. Pare questo lo stato d’animo di sintesi che stabilisce la nascita dell’accordo tra Pd ed Ncd. La timidezza del Partito Democratico e l’esitazione, tra ritrosie ed impaccio, precisazioni e chiarimenti, del Nuovo centro destra, fissano i paletti di un patto per le riforme, l’ennesimo, che suggella, reitera e sigla, la prosecuzione della legislatura regionale all’Ars

Una rivoluzione normalizzata, ormai da tempo, quello di Rosario Crocetta, ieri convitato di pietra di un incontro che mette in chiaro, tra fragilità e proiezione a medio termine, tutto quello che nelle ultime settimane è stato preparato. Viene scelto l’Hotel delle Palme, uno dei simboli degli incontri della politica di ieri, per provare a cambiare quella di oggi. Per quella di domani, i partiti si stanno ancora attrezzando. Non occorre fare fretta. Oltre tre ore di discussione tra Giuseppe Castiglione e Fausto Raciti, cooordinatori di Ncd e Pd, con la benedizione di Gianpiero D’Alia ed ancora Dore Misuraca (Ncd), Antonello Cracolici, capogruppo del Pd, Gianluca Miccichè (Udc) e last, but not least Francesco Cascio, ex presidente dell’Ars, che sembra quello del «non ci volevo venire», tormentone di trent’anni fa di uno spot televisivo di una marca di caffè siciliana. 

E’ stato tra i più ostinati Cascio, insieme a D’Asero ed Alongi, nel gruppo parlamentare del Nuovo Centro Destra. La proiezione di uno schieramento post berlusconiano poco brillante nei numeri ed a trazione salviniana anche in Sicilia, li ha fatti desistere. Né li solletica la sponda civica invocata da Nello Musumeci. Meglio non restare allora schiacciati dagli agguerriti Lentini, Lanteri e Cardinale, sguinzagliati sui territori a porre improbabili argini ai grillini. Del resto quello che si esclude oggi potrà avvenire domani, cioè il passaggio in giunta di un esecutivo destinato ad aggiustamenti continui, a cambi di marcia, a patti a cui scendere. Questo per le riforme - mentre ancora si attende il via libera da Roma sul ddl Acqua, dove pare possibile l’impugnativa di alcune parti della legge - parlerà il linguaggio ruvido del ridimensionamento della burocrazia regionale, un bersaglio facile a cui esporre i dipendenti regionali, che spesso fanno oggettivamente poco per sottrarsi. Ci lavorerà il mediatore Giovanni Pistorio

O ancora il reddito di cittadinanza, bandiera pentastellata che Crocetta è pronto ad agitare che sta preparando Bruno Caruso, assessore regionale al Lavoro. Oggi i centristi incassano un accordo di massima sulla presidenza della commissione Bilancio all’Ars, ed un rafforzamento sui numeri di un parlamento regionale, costituzionalmente instabile. Nessuno salterà dalla sedia, in ogni caso, se questo accordo tra i due partiti dovesse accelerare partorendo in tempi ravvicinati l’apertura ad un esponente in giunta degli alfaniani. Gli anni luce della politica siciliana misurano distanze siderali, a misura di parallasse.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews