Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il presidente dell'Ars allontana il voto anticipato
«Elezioni a ottobre impossibili, manca il bilancio»

Giovanni Ardizzone ha spiegato come per mettere fine alla legislatura bisogna prima far quadrare i conti. Obiettivo che è subordinato all'approvazione da parte del Senato di un finanziamento da 500 milioni di euro per la Sicilia. Quindi non esclude una sua candidatura a sindaco di Messina

Fabio Bonasera

L’ipotesi di andare alle urne a ottobre non è realistica. Giovanni Ardizzone, presidente dell’Assemblea regionale siciliana, intervenuto oggi in conferenza stampa a Messina, in merito alla fusione tra ospedale Piemonte e Irccs neurolesi Bonino Pulejo, esclude categoricamente l’eventualità di elezioni regionali anticipate a ottobre: «In assenza di un bilancio approvato è impossibile».

Lo scenario potrebbe cambiare qualora in Senato venisse approvato il conferimento di mezzo miliardo di euro in favore della Sicilia, sbloccando l’approvazione del documento contabile. Ma, fino ad allora, questo è lo stato dell’arte. Ardizzone non è in grado di prevedere se l’aula sia capace di esprimere, in ogni caso, una mozione di sfiducia nei confronti di Rosario Crocetta. Ritiene, tuttavia, certo che il governatore debba essere valutato solo sotto il profilo politico e non sulla scorta di un’intercettazione – quella ormai celebre con Matteo Tutino, suo medico personale – che «è evidente essere inesistente».

Proprio dietro questa polemica, il presidente dell’Ars rinviene alcune forzature. Come fosse stata ordita da terzi: «Si parla sempre della Sicilia sprecona, a causa di un disavanzo di tre miliardi e mezzo di euro, ma non si dice nulla del Piemonte di Sergio Chiamparino, il presidente della conferenza Regioni, per il quale il governo ha provveduto a ripianare un disavanzo di 11 miliardi. Non si tiene nemmeno conto che le difficoltà di bilancio sono dovute alla riduzione dei conferimenti». Ardizzone risponde ai giornalisti anche in merito alle voci che lo vorrebbero candidato sindaco alle amministrative di Messina, in programma – salvo complicazioni – fra tre anni: «Per qualunque politico, fare il sindaco della propria città è la cosa più bella. Non rispondo né sì, né no. Non posso negare nulla. Dico solo che le elezioni sono lontane e abbiamo il dovere di supportare questa amministrazione».

Proprio a proposito di Renato Accorinti e di chiunque gli succederà, il presidente rileva come la riforma delle Province, che dovrà essere approvata a palazzo dei Normanni entro il prossimo 31 luglio, debba prevedere che «il sindaco del Comune capoluogo deve coincidere con quello della Città metropolitana». In merito alla riforma, auspica il recepimento della legge Delrio e il trasferimento in via decentrata ai liberi consorzi di funzioni oggi appartenenti alla Regione, come nel caso degli istituti autonomi case popolari: «È impensabile se ne occupi la Regione come è stato per le Asi».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews