Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Gela, scontro al primo consiglio comunale
Centrosinistra contro giuramento del sindaco M5s

A 40 giorni dalle votazioni si insedia l'assemblea. L’alleanza Pd-Megafono che ha la maggioranza va subito all’attacco, mettendo in dubbio la legittimità degli atti della giunta. Ma intanto non sa decidersi su un candidato unitario alla presidenza

Andrea Turco

Foto di: Domenico Messinese

Foto di: Domenico Messinese

Neanche il tempo di far giurare il sindaco Domenico Messinese che il nuovo consiglio comunale va subito all’attacco. Pd, Megafono e Polo Civico si scagliano contro la giunta a Cinquestelle. Il messaggio politico è chiaro: non avrete vita facile. A distanza di 40 giorni dalla votazione che ha visto il trionfo dei grillini, il sindaco deve fare i conti adesso con un consiglio comunale che vede la maggioranza in mano al centrosinistra. Ci si aspettava battaglia sin da subito, e così è stato. Complici le scorie elettorali non ancora smaltite. 

Il primo consiglio comunale ha comunque registrato alcune novità. Innanzitutto una notevole presenza di pubblico, tra amici e parenti dei nuovi consiglieri e la stampa al gran completo. Consiglieri al completo, mancava solo Enzo Giudice, professore a Cinquestelle in vacanza. Le cordialità iniziali sono state spezzate al momento del giuramento del sindaco. È su questo punto che è intervenuto il consigliere ed ex assessore Carmelo Casano, del Megafono. «Scusate – ha detto al microfono – ma se il sindaco sta giurando adesso vuol dire che gli atti presi fino ad ora, dalla nomina della segretaria al rinvio del mercato settimanale, sono illegittimi. Se è così chiedo che venga trasmesso tutto alla prefettura e chiedo il commissariamento dei dirigenti, che evidentemente non conoscono la normativa». 

Un rito formale è dunque diventato terreno di scontro politico. Le accuse sono state poi rinforzate da Cirignotta, Ventura e Gallo, del Pd, e da Siragusa, del Polo Civico. A difesa della giunta sono scesi il consigliere Enzo Cascino, della lista Un’altra Gela (con a capo Greco, ex Nuovo centro destra il cui endorsement per i grillini aveva creato polemiche e malumori) e, inaspettamente, la crocettiana Maria Pingo. «Queste sono discussioni che non hanno senso – ha detto l’esponente del Megafono - io voglio essere operativa per il bene della città. Basta una risposta e poi andiamo avanti». Quando è stato il turno di Messinese, il primo cittadino non si è scomposto. «Si poteva chiedere prima – è stata la sua risposta – e comunque mi hanno informato che il sindaco diventa esecutivo dopo la proclamazione». Con la chiosa di Casano, «vuol dire che l’hanno informata male», si è conclusa la prima rovente polemica del neoconsiglio comunale. Che non ha trovato l’accordo neanche sulla presidenza, rinviando la seduta al 30 luglio. 

Pure in questo caso protagonista è stata l’alleanza di centrosinistra che, nonostante i 18 consiglieri che ne fanno parte, non è riuscita ad esprimere un candidato unitario. Così si fa largo l’ipotesi del giovane avvocato del M5s Simone Morgana. Da parte sua il sindaco Messinese ha infine approfittato del giuramento finale per citare un componimento di Mario Andrade, poeta brasiliano. «Ormai non ho tempo per riunioni, lunghe discussioni e polemiche» e «voglio l’essenza». Versi che sono sembrati un ammonimento soprattutto verso gli attivisti del meetup, finora fortemente critici verso le scelte della giunta a loro dire difformi dalle idee del Movimento di Grillo. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

MeridioKids, la rubrica per i più piccoli

Un modo per creare comunità in questo periodo senza socialità. Nasce per questo MeridioKids, la rubrica di MeridioNews pensata per la quarantena di grandi e piccini. Istruttori di discipline sportive, artisti, disegnatori, animatori, pasticceri, maghi. A ognuno abbiamo chiesto di pensare un'attività o un gioco ...

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews