Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Taormina, donati gli organi di due donne
«Grazie alle famiglie, speranza ad altri pazienti»

Doppio prelievo nella notte all'ospedale messinese su due donne morte per emorragia cerebrale. Due reni sono andati al policlinico di Catania, gli altri due reni e il fegato all’Ismett di Palermo

Redazione

Foto di Jing

Foto di Jing

Cinque persone dall'alba di oggi potranno cambiare vita. Stanotte all'ospedale di Taormina sono stati espantiati gli organi di due donne, una di 60 anni, l'altra di 72, entrambe decedute per emorragia cerebrale. E, grazie al consenso dei familiari, sono stati donati al policlinico di Catania e all'Ismett di Palermo. 

Le due donne erano arrivate all'ospedale messinese alcuni giorni fa, ricoverate nel reparto di Anestesia e Rianimazione già con un quadro clinico estremamente complesso. Gli accertamenti di morte cerebrale iniziano ieri, uno alle 10, l’altro alle 11. A questo punto i parenti più stretti hanno acconsentito, quasi in contemporanea, alla donazione. Le due sale operatorie si sono attivate nello stesso momento. Partecipano all'intervento i medici e i sanitari di Taormina, insieme alle équipe arrivate da Catania e Palermo. 

Alle prime luci dell’alba gli organi sono già arrivati a destinazione: due reni sono andati al policlinico di Catania, gli altri due reni e il fegato all’Ismett di Palermo. Le attività sono state guidate dal coordinatore locale per il prelievo e la donazione di organi, Giuseppe Bova, portato a termine con il supporto del direttore sanitario Paolo Cardia, in sinergia con i vertici aziendali dell’Asp di Messina.

«Di fronte ad eventi di questo tipo - ha detto il direttore generale dell’Asp, Gaetano Sirnanon possiamo che dire grazie alle famiglie che con il loro consenso alla donazione hanno ridato speranza ad altri pazienti in attesa di un organo. Come azienda crediamo fortemente nella cultura della donazione. Quanto avvenuto è un esempio concreto in cui alla solidarietà si è unita l’efficienza e l’organizzazione della struttura per il raggiungimento di un obiettivo».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Elezioni comunali 2019 in Sicilia

Il 28 aprile 2019 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×