Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Vittoria, bracciante aggredito e ucciso in campagna
Forse per difendere la compagna da violenza sessuale

Un uomo di 38 anni, durante la notte, è stato aggredito, violentemente colpito con un oggetto contundente e ucciso nella campagne di Costa Esperia, al confine tra i comuni di Vittoria e Acate. È stata la compagna, anche lei vittima dell'aggressione, a chiamare le forze dell'ordine. In aggiornamento

Andrea Gentile

Prima dell'alba, a Costa Esperia, vicino la strada provinciale che da Scoglitti porta a Gela, un uomo di 38 anni, Nico Radicanu, è stato aggredito – forse da tre uomini – e ucciso, colpito con violenza alla testa con un corpo contundente (un bastone o una spranga) che non sarebbe ancora stato ritrovato. Il cadavere è stato rinvenuto sul ciglio della strada, a pochi metri da una pozza di sangue.

A mettersi in contatto con le forze dell'ordine è stata la compagna, presente al momento dell'omicidio e che – ma questo elemento non è ancora stato confermato – potrebbe aver subito una violenza sessuale. Il bracciante agricolo assassinato e la donna, entrambi di nazionalità romena, abitavano vicino al luogo dell'aggressione. I due erano di ritorno da un locale nella zona, un capannone adibito a sala da ballo, prevalentemente frequentato da migranti. Alla fine della serata, sarebbero stati seguiti, accerchiati e aggrediti.

La donna al momento si trova negli uffici del commissariato di polizia di Vittoria, assistita dall'equipe socio-sanitaria, ed è stata interrogata. Il racconto dei fatti da lei fornito è fondamentale per le indagini che sono tutt'ora in corso. Il corpo della vittima è invece sotto esame del medico legale. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×