Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Accesso illecito al cantiere Muos, risponde il ministero
«Non è attribuibile un intervento di nostra competenza»

Dopo la sentenza del Tar che ha dichiarato privo di autorizzazioni l'impianto di antenne satellitari dell'esercito Usa a Niscemi, i legali del coordinamento regionale degli attivisti che si oppongono ala sua messa in opera hanno inviato una nota al ministero dell'Interno. Che risponde in poche righe negando le competenze nel far rispettare la sentenza del tribunale amministrativo

Leandro Perrotta

«In relazione alla nota pervenuta il 2 marzo scorso, si rappresenta che, sulla questione in oggetto, non è attribuibile nessun intervento di competenza di questo dipartimento». E' questa la risposta che oggi i legali del coordinamento regionale dei comitati No Muos, Sebastiano Papandrea e Paola Ottaviano, hanno ricevuto dal dipartimento per gli Affari interni e territoriali del ministero dell'Interno. La nota dei legali, un atto monitorio di una decina di pagine, era stata inviata lo scorso 27 febbraio e si riferiva nello specifico all’attività svolta dagli operai all’interno del cantiere dell'impianto di antenne satellitari dell'esercito degli Stati Uniti istallato, che si trova nella riserva naturale protetta Sughereta di Niscemi. Il Muos, secondo quanto affermato dai comitati, «è stato dichiarato del tutto illegittimo e privo di autorizzazioni dalla sentenza 461/15 emanata il 13 febbraio dal Tar di Palermo». In indirizzo erano presenti anche il questore di Caltanissetta, il commissariato di polizia e la stazione dei carabinieri di Niscemi. «Ma nonostante noi abbiamo puntualizzato che è compito del ministero garantire il rispetto della sentenza del tribunale che nessuno rispetta, questa risposta sembra dire che non c'è una istituzione che sta facendo qualcosa», commenta Ottaviano.  

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale dal tuo smartphone, dopo 3 contenuti gratuiti ogni mese, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Scopri di più

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Viaggiare in Sicilia

Percorsi, itinerari e consigli per chi vuole viaggiare in Sicilia lontano dalle solite mete e dai circuiti turistici di massa

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×