Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Un progetto politico candidato alle Regionali 2017
«Alla Leopolda stesse facce del 61 a 0 del centrodestra»

Conferenza stampa congiunta a Palermo di civatiani e Sel per presentare i nomi dei firmatari del documento «non più disponibili». «Il Pd non è un interlocutore in questo nuovo progetto, lo è al contrario il sindaco di Palermo Leoluca Orlando»

Roberta Zarcone

È nato un nuovo soggetto politico che si candiderà a governare la Sicilia nel 2017. Questo l'annuncio congiunto di Valentina Spata, portavoce dei cinquecento civatiani dell'Isola e di Erasmo Palazzotto parlamentare nazionale di Sel, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi pomeriggio all'Hotel et des Palmes di Palermo.

Il progetto verrà lanciato ufficialmente, come aveva annunciato Meridionews, il 21 e il 22 marzo con un grande evento regionale che unirà «tutte quelle forze politiche che vorranno creare un'alternativa a Crocetta e al Pd di Matteo Renzi». Confermata la presenza del parlamentare Pippo Civati, principale riferimento degli ex tesserati del Pd.

La questione sul tavolo sembra essere molto semplice: meglio un percorso difficile e in salita piuttosto che continuare con questa politica che «nonostante millanti un percorso nuovo, dimostra ogni giorno di aderire sempre alle stesse logiche», attacca Palazzotto.

«Il Partito democratico in Sicilia ha sprecato tempo a litigare per i rimpasti di governo - ha affermato la portavoce dei dissidenti - Non ha mai ascoltato la base, i militanti. Non c'era accanto ai cittadini di Niscemi contro il Muos, non c'era con i cittadini che protestavano contro le trivellazioni e in tante altre occasioni in cui i cittadini avrebbero avuto bisogno di supporto. Noi civatiani sappiamo bene di essere una minoranza, ma non siamo soli. Siamo certi che tutti quei cittadini che si sentono abbandonati e hanno smesso di credere nella politica staranno al nostro fianco». Queste le accuse e il cuore del documento presentato dai cinquecento civatiani e che in tanti hanno sottoscritto.

I primi aderenti al progetto sono i principali esponenti di Sel in Sicilia: al fianco di Valentina Spata c'è il parlamentare Erasmo Palazzotto e Massimo Fundarò, segretario regionale di Sinistra ecologia e libertà.

«Il Pd del cambiamento di Matteo Renzi ha le stesse facce del 61 a 0 di Forza Italia del 2001 - ha affermato Erasmo Palazzotto nel corso della conferenza stampa - chi domani alla Leopolda in salsa sicula ci racconterà che non ha responsabilità circa il disastro del governo Crocetta mente sapendo di mentire. Questo partito non è un nostro interlocutore, lo è al contrario il sindaco di Palermo Leoluca Orlando».

La Sicilia quindi si ripropone nel ruolo che l'ha resa protagonista tante volte in questi anni. Un laboratorio politico: «È un'opportunità che pensiamo vincente in previsione delle prossime elezioni nel 2017 quando finalmente questo governo avrà fine - hanno precisato Palazzotto e Massimo Fundarò . Non si tratta di un partito, si tratta di un progetto che farà dell'etica e degli interessi dei siciliani il suo centro. Da domani si comincia a scrivere il programma, ascolteremo e incontreremo tutti coloro che vorranno sposare queste nostre priorità».

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Elezioni comunali 2021 in Sicilia

Il 10 e 11 ottobre e il 24 e 25 ottobre 2021 in diversi Comuni siciliani si vota per le Amministrative. I cittadini saranno chiamati alle urne per scegliere nuovi sindaci e consiglieri comunali. Il percorso di avvicinamento al voto e i risultati degli scrutini

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×