Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Agrigento, primi botti tra i candidati Sindaci

L'outsider Giuseppe Di Rosa lancia un siluro a Lillo Firetto, attuale primo cittadino di Porto Empedocle che dovrebbe scendere in lizza per la guida della Città dei Templi

Redazione

Si scaldano i motori della campagna elettorale ad Agrigento. Che già registra i primi accesi duelli tra due candidati certi Parliamo dell'outsider Giuseppe Di Rosa, che ha già ufficializzato la sua corsa per la poltrona di Primo cittadino nella Città dei Templi, e di Lillo Firetto, deputato regionale dell'Udc e attuale Sindaco di Porto Empedocle. 

«Il deputato Firetto rompa gli indugi e dica con chiarezza se intende candidarsi alle elezioni amministrative per la scelta del nuovo sindaco di Agrigento- dice Di Rosa che passa all'attacco:

«Se lo facesse subito libererebbe, attraverso le dimissioni anticipate, Porto Empedocle dalla sua disamministrazione (dipendenti senza stipendio per mesi e netturbini che occupano il palazzo di città) e consentirebbe alla città di scegliere un nuovo sindaco».

Quindi la sfida  che sembra ironica: «Io – prosegue Di Rosa -, dal mio canto, ho ricevuto diverse richieste da parte di cittadini empedoclini perché mi impegni in prima persona per guidare la città e affrontare le tante emergenze nascoste sotto il tappeto in questi anni, occupandomi della Porto Empedocle di cui Firetto non si è mai occupato.

 Insomma – scrive Di Rosa rivolgendosi all’attuale sindaco empedoclino – Firetto, fai chiarezza: gioca a carte scoperte non puoi presentarti agli agrigentini come il nuovo. Ti sfido. Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo od assumersi la responsabilità di cambiarle. Io mi assumo la responsabilità di cambiarle». 

Intanto a sinistra (o quasi), dalle parti del Pd, si pensa alle primarie che dovrebbero celebrarsi a Febbraio. Primarie che saranno aperte anche al centrodestra se è vero che Riccardo Gallo, vice coordinatore di Forza Italia in Sicilia, ha annunciato la sua partecipazione. 

Resta ancora da capire se confermerà la sua candidatura il leghista Marco Marcolin.

A sorpresa, potrebbe arrivare anche la candidatura di Peppinello Vita ingegnere musicista. Lui dice che non sarà mai candidato. Ma i giovani agrigentini, i tanti che nelle sere d’estate affollano le dune di San Leone - dove Peppinello si esibisce con la sua chitarra - lo vorrebbero a tutti i costi in lista per eleggerlo sindaco a furor di popolo. Peppinello Vita si presenterebbe come un vero candidato di rottura con tutta la politica agrigentina del passato.

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×