Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Toto Cordaro spara a zero contro l'assessore Baccei
«E' il becchino venuto a seppellire l'Autonomia siciliana»

Si alzano i toni della polemica tra i parlamentari del centrodestra siciliano e il Governo della Regione. Il capogruppo del Pid-Cantiere Popolare a sala d'Ercole ricorda che, per la prima volta nella storia dell'Autonomia, a fine dicembre l'esecutivo non ha ancora presentato il Bozzone con Bilancio e Finanziaria

Redazione

Ieri nelle redazioni dei giornali è arrivata la precisazione piccata dell'assessore regionale all'Economia, Alessandro Baccei.  Oggi è la volta della replica del capogruppo del Pid-Cantiere Popolare all'Ars, Toto Cordaro. 

Il tema è quello della Commissione Bilancio e Finanze di sala d'Ercole, che due giorni fa è andata a vuoto. I deputati hanno detto che l'assessore è arrivato ed è andato via dopo meno di mezz'ora. Baccei ha replicato di essere arrivato in perfetto orario, mentre i parlamentari si attardavano per il caffè.  

Sulla vicenda torna oggi Cordaro, sottolineando che «il centrodestra, sulle norme finanziarie scritte nell'interesse della collettività e dei siciliani, è pronto a dimostrare ancora una volta senso di responsabilità e delle istituzioni. Appare incredibile se non addirittura offensivo - aggiunge il capogruppo del Pid-Cantiere Popolare - che l`assessore regionale all'Economia addebiti responsabilità di qualsivoglia natura al Parlamento siciliano. Ammesso che alla seduta della Commissione Bilancio non vi fosse la presenza dei componenti, e non è cosi, mi chiedo: di cosa avrebbero dovuto parlare? Per la prima volta nella storia della Sicilia, infatti, alla data del 20 dicembre all`Assemblea regionale non è stato trasmesso uno straccio di bozza di legge finanziaria!».

«Sappia, Baccei - dice ancora Cordaro - che non è il tempo né dei caffè, né delle passeggiate. Sappia, Baccei, che dal giugno del 2009 il suo Pd governa la Sicilia, prima contro il consenso dei siciliani e poi con il presidente Rosario Crocetta». 

Quindi la stilettata finale: «Viene da chiedersi se dietro le malcelate sembianze di un salvatore inviato dal governo nazionale, non si nasconda in realtà un commissario liquidatore, un becchino calato in Sicilia per celebrare il funerale dell'Autonomia siciliana, della Sicilia e delle sue speranze». 

Meridio rubriche

Leggi tutte le rubriche

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×