Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il ragazzo deceduto in ospedale ad Agrigento nel 2012
I genitori contestano la richiesta di archiviazione

Secondo Giuseppe Rigoli e Michela Frasca, papà e mamma di Enzo, il diciannovenne deceduto al San Giovanni di Dio, il loro figlio si sarebbe salvato se la diagnosi fosse stata esatta. Il giallo della Tac che quella sera, sempre a detta dei genitori, non funzionava

Redazione

Sembra incredibile: il giorno in cui il diciannovenne Enzo Rigoli moriva all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento la Tac non funzionava e i medici hanno portato il ragazzo in sala operatoria. Questo succedeva nel dicembre del 2012. 

Stamattina i genitori del ragazzo hanno tenuto una conferenza stampa nella Città dei Templi. «Per far conoscere a tutti - hanno detto Giuseppe Rigoli e Michela Frasca, papà e mamma del giovane morto due anni fa in ospedale - come sono andate veramente le cose».

La conferenza stampa è stata convocata perché ai genitori non va già la richiesta di archiviazione per tutti gli indagati avanzata dagli inquirenti. 

«Nostro figlio - hanno detto - è arrivato in ospedale vivo. Era lucido e cosciente, anche se aveva due emorragie: una al fegato e l'altra, più importante, al polmone. I medici che l'hanno visitato - hanno aggiunto i genitori - ci hanno detto che Enzo aveva un'emorragia alla milza. La verità è che i medici non si sono accorti che nostro figlio aveva un'emorragia al polmone». 

«A nostro figlio - hanno raccontato sempre i genitori - non è stata praticato l'esame con la Tac perché la stessa tac era rotta. Quella sera il chirurgo che doveva operare Enzo è arrivato da Gela dopo oltre due ore dalla chiamata. Diagnosi sbagliata e ritardi hanno complicato tutto e nostro figlio è morto. Tutti elementi avallati dalle consulenze dei nostri periti». 

Giuseppe Rigoli e Michela Frasca hanno affermato che non si aspettavano un finale del genere. Da qui la loro amarezza. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews