Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Commissario dello Stato addio
Le reazioni di politici ed esperti

All'indomani della sentenza della Corte Costituzionale, la Sicilia si interroga sulla portata della novità. Per il Presidente dell'Ars e per molti deputati regionali, si tratta di una decisione che impone al Parlamento  una più attenta valutazione del della legislazione regionale. Ma c'è anche chi, come il professor Massimo Costa, sottolinea come il pronunciamento abbia messola la parola fine a questioni mai risolte. Come quella relativa all'Alta corte, istituzione che avrebbe dovuto bilanciare i poteri dello Stato e che per il Presidente Alessi «era stata sepolta viva»

Antonella Sferrazza

Come prevedibile, la sentenza della Corte Costituzionale che ha definitivamente abolito l'istituzione del Commissario dello Stato in Sicilia, sta suscitando una valanga di commenti. Molti alquanto simili. Si parla di una sentenza storica -ed in effetti lo è perché interviene su una questione aperta da più di  60 anni- e della necessità di una maggiore responsabilità nella legislazione regionale. Nel senso che, l'abolizione dell'impugnativa, del controllo preventivo,  non può essere considerato come un lascia passare per i legislatori. Anche perché, come ribadito dai giudici costituzionali, se non sarà più il Commissario dello Stato a potere porre questioni di legittimità, potrà farlo comunque il Governo nazionale, come già succede nelle altre regioni. 

Abbonati a MeridioNews per continuare a leggere l'articolo

È gratis per i primi 30 giorni

Un piccolo sostegno a fronte di un grande lavoro: per leggere il giornale, dopo 3 contenuti gratuiti, ti chiediamo un contributo. In cambio non vedrai pubblicità invasiva e potrai scoprire tutti i nostri approfondimenti esclusivi.

Accedi

Flashnews

Tutte le Flash

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews