Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Il nome Sicilia Democratica c'è già
Prima 'grana' per Lino Leanza e i suoi

In un comunicato, Francesco Mannino rivendica di aver chiamato così la propria formazione politica. E si dice «amareggiato» che altri stiano utilizzando il nome del suo partito. La reazione di Totò Lentini, capogruppo all'Assemblea regionale siciliana di questo nuovo partito dal nome contestato: «Siamo sorpresi» 

Redazione

Foto di: lagazzettanissena

Foto di: lagazzettanissena

«Scoppia una 'grana' per la nuova formazione politica fondata da Lino Leanza e da altri cinque parlamentari dell'Ars. Ieri i giornali hanno annunciato la nascita di un nuovo soggetto politico fondato, per l'appunto, dal già citato Leanza e dai deputati di Sala d'Ercole che, come lui, hanno lasciato Articolo 4. Il nome dato da Leanza e dai parlamentari che con l'ex vice presidente della Regione hanno dato vita a questa formazione politica è Sicilia Democratica. Ma adesso a rivendicare la primogenitura di questo nome è il dottor Francesco Mannino che, in un comunicato, scrive a chiare lettere che il primo ad aver utilizzato questo nome per una formazione politica è lui. 

Mannino è il presidente del movimento politico Sicilia Democratica in Europa. E nel comunicato c'è anche il simbolo che ha scelto: un cerchio con riprodotta l'Europa e, a 'sfondare', l'immagine della Sicilia. Il tutto con la scritta «Sicilia Democratica in Europa».

Il presidente del movimento Sicilia Democratica in Europa si dice «sorpreso e amareggiato» nel vedere che il nome della sua formazione politica venga utilizzato dai sei parlamentari ex Articolo 4. Scelta che Mannino dice di aver appreso dalla stampa, e che mi pare inopportuna e infelice e che potrebbe portare anche a spiacevoli contestazioni di carattere giuridico e politico».  

Insomma, per dirla in breve, l'avvertimento è chiaro: una formazione che si chiama Sicilia Democratica c'è già e Leanza e i suoi amici parlamentari non ne possono creare una seconda.

Chiediamo 'lumi' al capogruppo di Sicilia Democratica all'Ars, Totò Lentini, che abbiamo intervistato stamattina. 

«Non so che dire - afferma Lentini -. La notizia mi coglie di sorpresa. Anzi, ci coglie tutti di sorpresa. Noi, prima di utilizzare questo nome, abbiamo fatto le opportune verifiche. E non risultava nulla. Nelle prossime ore proveremo a capire come stanno le cose».    

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore Mediaplan Soc. Coop. Sociale
Riproduzione riservata

Nebrodi, tra mafia e rilancio

È il polmone verde più grande della Sicilia. Ma anche il luogo dove una criminalità violenta ha regnato incontrastata per anni

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Infrastrutture, Sicilia spezzata

Frane, autostrade a una carreggiata, statali interrotte. Viaggio in uno dei principali fattori del mancato sviluppo della Sicilia

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×

Abbonati a MeridioNews
il primo mese è gratuito

Raccontiamo il tuo quotidiano

×

Dall'8 luglio per leggere le notizie di MeridioNews chiediamo il tuo supporto. In cambio avrai accesso a tutti i contenuti, inclusi quelli speciali, senza pubblicità invasiva.

Disabilita AdBlock

Disabilita le estensioni "AdBlock" e ricarica la pagina per leggere MeridioNews