Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Troina, giovane coppia straniera acquista una casa a un euro
«Cento anni fa la mia famiglia lasciò la Sicilia, ora torno io»

Consulente ambientale lei e avvocato lui, entrambi australiani 27enni. Si sono innamorati della cittadina navigando su internet durante la pandemia. Sono i proprietari della casa del baule che dovranno ristrutturare entro due anni. Guarda le foto

Redazione

È una giovane coppia straniera l’acquirente della seconda Casa a un euro nel Borgo di Troina (Enna). Il progetto lanciato nel 2020 dall’amministrazione comune con l’obiettivo di recuperare gli immobili disabitati del centro storico e ripopolare gli antichi quartieri medievali della prima capitale normanna della Sicilia e uno dei Borghi più belli d’Italia. Ad acquisire la casa del baule, nel cuore del centro storico della civitas vetustissima, sono stati Rae Knopic, consulente ambientale americana e Declan Norrie, avvocato australiano. Entrambi 27enni e residenti in Australia, si sono innamorati di Troina navigando su internet durante la pandemia. «Cento anni fa - ha spiegato Rae in un buon italiano appreso durante gli studi a Firenze - la mia famiglia ha lasciato la Sicilia per una vita diversa e, cento anni dopo, torno io per una vita migliore. Troina e i troinesi sono un posto e un popolo speciale, che ci hanno fatto sentire i benvenuti e dato l’opportunità di diventare membri della comunità». 

L’atto d’acquisto dell’immobile, ceduto dagli eredi della famiglia Impellizzeri-Messineo al costo simbolico di un euro, a due passi dall’oasi Maria Santissima e dalla via Conte Ruggero, con affaccio a sud verso l’Etna e la piana di Catania, è stato siglato ieri nello studio notarile Alberto Maida. «Siamo molto entusiasti di realizzare uno dei nostri sogni a Troina - ha aggiunto Declan Norrie - che crediamo sia non solo un gioiello della Sicilia, ma di tutta Italia. Ringraziamo tutti quanti hanno supportato a vario titolo un progetto di investimento così innovativo e non vediamo l’ora di continuare a incontrare i troinesi che ci hanno sempre accolti a braccia aperte». Il progetto, rivolto a proprietari, agenzie, società, cooperative e cittadini privati che siano disponibili a investire nel recupero e nella valorizzazione della città, prevede da parte del Comune - oltre al supporto e alla selezione delle proposte pervenute - la garanzia degli interessi dei soggetti coinvolti, attraverso la predisposizione degli atti di assegnazione, la legittimità dell’intervento e la previsione di apposite agevolazioni, quali esenzioni tributarie e contributi.

Obbligo degli acquirenti, stipulare l’atto d’acquisto e sostenere tutte le spese per la redazione dell’atto di cessione, predisporre un progetto di ristrutturazione e recupero, iniziare i lavori entro due anni dalla data d’acquisto e stipulare, a garanzia della concreta realizzazione dei lavori, una polizza fideiussoria di 5000 euro e della durata di tre anni in favore dell’ente che, in caso di inadempimento, si riserverà la facoltà di acquistare la proprietà dell’immobile. «Grazie per avere scelto il nostro borgo - ha dichiarato il sindaco Fabio Venezia ai due giovani - La vostra presenza ci aiuterà sicuramente a rivitalizzare la nostra città e il nostro centro storico. La nostra comunità è onorata di avervi tra i suoi membri e vi auguriamo di diventarne parte attiva e integrante, vivendovi quanto più a lungo e contaminandoci con la vostra cultura e vitalità».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×