Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Avola, beccati dalle telecamere mentre gettano spazzatura
«Multe a tutti i selvaggi che trattano città come discarica»

La sindaca Rossana Cannata conferma la linea dura contro chi sporca. L'ultimo video ha immortalato due persone a bordo strada. «Immagini scioccanti e che lasciano sbalorditi», è il commento della prima cittadina

Redazione

Beccati e multati. Sempre più amministrazioni comunali in Sicilia stanno cercando di incastrare chi butta i rifiuti per strada attraverso le telecamere di sorveglianza. Tra gli ultimi video diffusi in rete quello del Comune di Avola, in provincia di Siracusa. Nel filmato si vedono due uomini che, dopo avere parcheggiato a bordo strada, svuotano una macchina stracolma di rifiuti e materiale edile. Immagini «scioccanti e che lasciano sbalorditi», è il commento della sindaca Rossana Cannata. La prima cittadina ha annunciato che le multe non si fermeranno. Obiettivo quello di incastrare «tutti i selvaggi che continuano a trattare la nostra città come una discarica a cielo aperto. Abbiamo un servizio funzionante di raccolta differenziata porta a porta e il Centro comunale di raccolta è aperto tutti i giorni. Dipende da tutti noi! Rispettiamo la nostra città! Amiamo il nostro ambiente».

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×