Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Nel Siracusano tutti i sindaci già festeggiano
Tra varie riconferme, una rivincita e un ritorno

Ad Avola la prima cittadina è Rossana Cannata; a Canicattini Bagni è stato eletto Paolo Amenta; Cassaro continuerà a essere guidata da Mirella Garro; a Melilli resta Giuseppe Carta e a Solarino la fascia tricolore la indossa Giuseppe Germano

Marta Silvestre

Dei cinque Comuni del Siracusano chiamati al voto, in tutti già c'è chi festeggia. A Melilli, e Cassaro due riconferme, ad Avola una mezza riconferma, a Solarino una rivincita e a Canicattini Bagni un ritorno. Nella città della mandorla si è trattato di un cambio di testimone tra fratello e sorella: la deputata regionale di Fratelli d'Italia Rossana Cannata - che è stata appoggiata da più della metà delle liste complessive - siederà nella poltrona che per cinque anni è stata del fratello Luca (che è già sul trampolino di lancio per le Regionali). Lei ancora non festeggia, più per scaramanzia che per altro. Ma il suo profilo Facebook è già pieno di complimenti e congratulazioni. Restano sconfitti l'avvocato penalista Antonino Campisi e l'ex consigliere comunale Corrado Loreto.

Melilli era forse una delle piazze più delicate. A centrare il bis è stato il sindaco uscente Giuseppe Carta, che nel corso della sindacatura appena conclusa ha dovuto fare i conti con l'operazione Muddica e l'accusa di avere fatto parte di un presunto sistema di appalti pilotati. «Siamo al 74 per cento quando è stato scrutinato già il 60 per cento delle schede elettorali - dichiara a MeridioNews Carta, che sta seguendo tutto dal proprio comitato - Questo è un risultato che ripaga i sacrifici fatti in questi anni». Il riferimento è al periodo trascorso ai domiciliari e al successivo divieto di dimora nel Comune, prima che - nel dicembre del 2020 - il tribunale di Siracusa gli ha consentito di tornare a sedere sulla sua poltrona. Per la seconda volta consecutiva a uscire sconfitto è lo sfidante ed ex deputato regionale Pippo Sorbello. «Sono arrivati diversi sindaci dei territori vicini per farmi gli auguri - ci tiene a sottolineare Carta - tra loro c'è anche il primo cittadino di Augusta Giuseppe Di Mare». 

A Solarino, dopo la sconfitta di cinque anni fa, Peppe Germano è il nuovo sindaco. Il docente 40enne è riuscito ad avere la meglio sugli altri due candidati Paola Gozzo e Salvatore Oliva. Ed è già festa piena nel comitato elettorale del più piccolo Centro al voto in provincia di Siracusa. A Cassaro la sindaca uscente Mirella Garro è stata riconfermata. «Lo scrutinio non è ancora finito, ma stiamo già festeggiando qui davanti al seggio nell'attesa della fine delle operazioni elettorali», dice a MeridioNews la prima cittadina che ha ampiamente sconfitto lo sfidante Salvatore Pisasale. «Una riconferma nell'ottica della continuità che non vedo l'ora di portare avanti continuando a fare quello che ho cominciato cinque anni fa - dice Garro al nostro giornale - Sono stati anni di duro lavoro ma abbiamo portato il Comune fuori dal dissesto e ora penseremo a riqualificare il patrimonio comunale». 

Anche a Canicattini Bagni c'è già il primo cittadino: Paolo Amenta, dopo dieci anni di sindacatura e gli ultimi cinque da presidente del Consiglio comunale, è stato riconfermato alla guida della cittadina porta degli Iblei. Quello del vicepresidente dell'Anci Sicilia è stato un testa a testa fino alla fine con l'avvocato Danilo Calabrò che per la seconda volta esce sconfitto. I festeggiamenti in piazza sono già avviati con tanto di fuochi d'artificio

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×