Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Arrestati i presunti scafisti dello sbarco a Pozzallo
Migranti rinchiusi e poi trasportati su peschereccio

L'episodio si è registrato tra il 17 e il 20 maggio quando in 700 dalla Libia sono sbarcati nel porto ragusano. Nonostante gli indagati avessero provato a nascondersi tra i passeggeri, sono stati individuati dalla squadra mobile di Ragusa. Sei finiscono in carcere

Redazione

Sarebbero stati rinchiusi in una zona desertica della Libia e poi condotti in una zona costiera a bordo di piccole imbarcazioni, per poi viaggiare su un peschereccio che si trovava ormeggiato poco distante. È quanto ricostruito dalla squadra mobile di Ragusa attraverso il racconto da parte dei migranti dello sbarco di 700 persone avvenuto a Pozzallo tra il 17 e il 20 maggio. Partiti dalla Libia, sono stati imbarcati a gruppi di circa 15 persone e trasportati in Italia. 

Dopo avere ascoltato i migranti sull'itinerario percorso prima di raggiungere l'Europa, la polizia di Stato è riuscita a fermare sette presunti scafisti che avrebbero condotto le imbarcazioni dalle coste libiche. Nonostante avessero provato a camuffarsi da migranti, al sopraggiungere dei soccorsi, sono stati individuati attraverso le indagini svolte prima della ripartenza dei profughi verso altri hotspot. Sono stati fermati per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il provvedimento è stato convalidato dal gip che ha disposto la custodia cautelare in carcere per sei degli indagati.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×