Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Mafia, sequestrato un milione di beni nel Messinese
Sei immobili tolti a «figura di maggiore pericolosità»

L'esponente del clan di Barcellona Pozzo di Gotto era stato arrestato già nell'ambito dell'operazione Gotha 7 per una serie di reati - tra cui estorsione, rapina e violenza - tutti aggravati dal metodo mafioso

Redazione

Beni per un milione di euro sono stati sequestrati dalla polizia a un esponente del clan mafioso di Barcellona Pozzo di Gotto. Il provvedimento trae origine dalla proposta congiunta del questore e del procuratore di Messina. L'uomo, si legge in una nota, è «una delle figure di maggiore pericolosità qualificata evidenziatasi nel territorio del Longano». 

L'uomo era stato arrestato nell'ambito dell'operazione Gotha 7, conclusa nel gennaio 2018, per concorso in associazione mafiosa, estorsione, porto e detenzione di armi, rapina, violenza privata, minaccia e lesioni personali. Reati tutti aggravati dal metodo mafioso. Per queste contestazioni sono già arrivate due sentenze di condanna definitive per appartenenza al sodalizio mafioso. Il sequestro ha interessato sei immobili a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. 

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Muos, l'eco mostro di Niscemi

Contro l'impianto della base Usa di Niscemi, da anni si battono comitati, associazioni e cittadini

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×