Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Woman in jazz, la cantante Noa ritorna in Sicilia dopo 30 anni
Un viaggio nei territori dell'amore per celebrare la sua carriera

In occasione del suo Trentesimo Anniversary Tour l'artista, che è anche ambasciatrice Fao, si esibirà domani sul palco del teatro Regina Margherita di Caltanissetta per la stagione jazzistica siciliana e martedì al Golden di Palermo

Redazione

Compie 30 anni di attività sui palchi internazionali di tutto il mondo la cantante israeliana Noa che torna in Sicilia, proprio da dove ha cominciato con il suo primo tour italiano. Nell'ambito del suo Trentesimo Anniversary Tour, l'artista si esibirà per la stagione jazzistica siciliana domani al teatro Regina Margherita di Caltanissetta e martedì al Golden di Palermo. Con lei sul palco il suo fedelissimo compagno di questa lunga avventura Gil Dor, a chitarra e direzione musicale, Omri Abramov a basso e sax e Ruslan Sirota al piano.

Women in jazz. Nissa Jazz Festival è il penultimo appuntamento della stagione di Musicarte, in cui a esibirsi sul palco alle 21.30 di domani sarà la cantante israeliana Noa. A Caltanissetta per la sesta volta, il suo primo concerto di 29 anni fa si è tenuto alla villa comunale Cordova, per la manifestazione Musica contro tutte le guerre. Il programma dei concerti prevede una selezione del suo repertorio più significativo, insieme ai brani degli ultimi due album Letters to Bach e Afterallogy. La carriera cominciata nel 1992, verrà raccontata sul palco nel suo viaggio tra passato e presente, a partire dal disco Noa prodotto da Pat Metheny nel 1994.

Cinque volte invitata al Festival di Sanremo, cavaliere e commendatore della Repubblica Italiana, ambasciatrice Fao nel mondo, Noa ha rivolto sempre uno sguardo, lungo il suo lungo percorso artistico, anche all'impegno sociale in prima linea. Prima cantante israeliana a cantare per un papa, nel 1994 a Piazza San Pietro, davanti a più di 100mila persone, è stata più volte invitata a cantare sia da Giovanni Paolo II che dall'attuale Papa Francesco, che l'ha accolta non solo al Vaticano ma anche al meeting dei giovani di Cracovia di qualche anno fa di fronte a centinaia di migliaia di ragazzi.

Il concerto e le canzoni sono un viaggio nei territori dell'amore, della compassione, dell'uguaglianza tra i sessi e i popoli, della comprensione delle ragioni di tutte le religioni. Attraverso la sua straordinaria voce, che ha pochi uguali al mondo, anche i tempi più complessi come il cambiamento climatico, il cibo, l'acqua , l'energia, trovano un canale semplice di ascolto e di comprensione. Il manager che fin dall'inizio ha promosso Noa è il siciliano Pompeo Benincasa, storico direttore artistico di Catania Jazz e ora di tutto il circuito jazzistico siciliano.

La stagione di concerti, tutta al femminile, è organizzata in collaborazione con l’associazione Catania Jazz, e ha previsto sette concerti in programma fino al 20 maggio. Il biglietto del concerto è acqustabile on line a questo indirizzo. Si può utilizzare anche il Bonus docenti, telefonando allo 095.7225340, comunicando il codice generato e poi ritirate l'abbonamento venerdì 26 al Teatro Margherita. L'ingresso al concerto è regolato dalle attuali norme anti Covid.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×