Edizioni MeridioNews

Edizioni MeridioNews

Edizione Sicilia

Cosa nostra, sequestro di beni a imprenditore di Paceco
Già condannato a oltre otto anni per concorso esterno

Mario letizia è attivo nel settore edile e a fine 2020 è stato ritenuto responsabile di avere garantito gli interessi della mafia. Nel 2018 era stato arrestato nell'inchiesta Scrigno. I sigilli sono stati apposti dai militari delle Fiamme gialle

Redazione

Foto di: Marta Silvestre

Foto di: Marta Silvestre

Ammonta a circa 200mila euro il valore dei beni sequestrati dalla guardia di finanza all'imprenditore edile di Paceco Mario Letizia. L'uomo, nel 2019, fu coinvolto nell'operazione antimafia Scrigno. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Trapani e riguarda immobili e beni mobili. 

Letizia è ritenuto responabile di avere favorito gli interessi economici dei clan di Trapani e Marsala sull'isola di Favignana. L'imprenditore, a fine 2020, è stato condannato con il rito abbreviato per concorso esterno in associazione mafiosa e trasferimento fraudolento di valori. La pena decide dai giudici è stata di otto anni e quattro mesi.

MeridioNews è una testata registrata presso il tribunale di Catania n.18/2014
Direttora responsabile: Claudia Campese Editore RMB s.r.l.
Riproduzione riservata

Elezioni comunali 2022 in Sicilia

Tutti gli aggiornamenti, le interviste e le analisi del voto per le elezioni comunali 2022 in Sicilia. 

Covid, quello che c'è da sapere

La cronaca, gli aggiornamenti, le disposizioni della Regione, le informazioni utili, gli effetti collaterali. Tutto quello che c'è da sapere sul nuovo virus, arrivato anche nell'Isola.

Mario Ciancio e la mafia

Le indagini, la richiesta di archiviazione, il rigetto del giudice per le indagini preliminari e il proscioglimento. Tutte le tappe dell'avventura giudiziaria del direttore-editore del quotidiano etneo La Sicilia, imprenditore edilizio di opere pubbliche e private

Giustizia per Emanuele Scieri

Il paracadutista siracusano è stato trovato morto nella caserma di Pisa nel 1999. Ora si cerca di ricostruire quanto successo

Il sistema Montante

L'arresto di Antonello Montante ha scoperchiato un sistema di potere che tocca politica, forze dell'ordine, mafia e imprenditoria

Leggi tutti i Dossier

Segnala una notizia

Utilizzando questo form puoi segnalare le tue notizie alla redazione

Invia un tuo contributo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

×