Trascendence (2014) di Wally Pfister


visto in BLU-RAY-DISC, il primo della mia carriera cinefilo…

 

 

    • futuro ipertecnologico non troppo lontano
    • terroristi contro il progresso (“contro natura” è un termine utilizzato quando si vuol bloccare qualcosa che l’UOMO non condivide, non la natura)
    • dissolvenze di una bruttezza infinita
    • l’amore fa fare cazzate, a tutti i livelli, anche a geni plurilaureati
    • Max Waters è la cosa più vicina ad una mente senziente
    • cavi, codici, led e formule a caso, giusto perché nerd fa fiquo per ora
    • romantico fino alla nausea
    • il giochino coi cognomi non è male: Caster, Water  e Tagger rispettano perfettamente le loro traduzioni
    • la salvezza è il buon vecchio vecchio! nessuno pensa a migliorare l’esistente, va distrutto tutto per tornare al precedente e sicuro passato
    • alla fine il cervello è meglio, banalità a motore
    • ovviamente la bagasha della moglie prima lo crea e poi lo distrugge, come una qualsiasi donna, e lui come un pirla si fa fottere, e lei lo prende pure in giro, con quale coraggio?
    • come fa Will (collegato a internet e a milioni di persone) a non distruggere il grande e potente esercito che lo attacca, fatto di ben DIECI macchine e una TRENTINA di uomini?
    • Will aveva trovato LA soluzione, ma l’ignoranza umana e la mancanza di lungimiranza l’ha bloccato prima che potesse salvare l’intero pianeta
    • le scuse finali correlate di lacrime sono le più false, ipocrite e stronze che uomo avesse mai potuto immaginare
      ma guarda caso, lui non può fare entrambe le cose (nella scelta finale e decisiva), ma solo una, ricorda vagamente qualcosa, ma moooolto vagamente
    • dopo aver fotografato tutto Nolan, e qualche altra cosa di poco conto, Wally Pfister passa dietro la macchina da presa, ma poteva agilmente restarci accanto e nessuno ne avrebbe sentito la mancanza
    • il quasi finalaccio di merda è salvato appena dal finale, ma proprio in extremis
    • ripensandoci è colpa dei R.I.F.T. se Will ha veramente trasceso se stesso, quindi occhio a quel che fate difendendo un ideale
    • finalmente Johnny Depp non fa “Gionni Dep
    • per favore, guardatelo in lingua originale!
    • lo stile è nolaniano alla grande, purtroppo

 

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>