Giardini Naxos, arrestato centauro che investì bimba
Il 26enne di Graniti individuato grazie a telecamere

Simona Arena

Cronaca – Il giovane, venerdì pomeriggio, è fuggito dopo aver travolto una bambina di nove anni che stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, insieme al padre e al fratellino. Sequestrata la motocicletta e gli abiti che indossava al momento dell'incidente. Adesso, S.B. si trova agli arresti domiciliari

Identificato e arrestato il responsabile dell’incidente di venerdì pomeriggio a Giardini Naxos. Si tratta di S.B. un 26enne di Graniti. Sarebbe lui il motociclista che, lungo via Vittorio Emanuele, è fuggito dopo aver investito una bimba di nove anni, che insieme al padre e al fratellino, stava attraversando la strada sulle strisce pedonali. Il centauro, dopo aver travolto la bimba, non si è fermato a prestare i soccorsi. La bambina è stata sbalzata a terra e ha sbattuto con il viso e il corpo. È stata trasportata in ambulanza all’ospedale di Taormina. Qui, le sono stati riscontrati un trauma cranico, la frattura della tibia e del setto nasale. Ieri mattina è stata trasferita al Policlinico di Messina. I medici hanno preferito non sciogliere la prognosi.

I carabinieri arrivati sul luogo dell’incidente, venerdì pomeriggio, hanno ascoltato i diversi testimoni che hanno assistito alla scena. Il padre della bambina ha raccontato loro che la motocicletta viaggiava a velocità elevata. Dalle immagini riprese dalle telecamere dei sistemi di video sorveglianza della zona, i carabinieri hanno individuato tutti i motocicli che avevano percorso la strada statale all’ora in cui si è verificato l’incidente. Li hanno, quindi, singolarmente ispezionati fino a risalire al presunto responsabile, nella serata di ieri. La motocicletta è stata sequestrata. Così come gli abiti che indossava il 26enne quando avrebbe investito la bimba. Adesso, si trova agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.